Poca fortuna per i piloti Michelin all’Isola d’Elba

0
Download PDF

Non bastano sette prove vinte sulle dieci in programma a far sorridere gli equipaggi calzati con pneumatici della Casa di Clermont Ferrand. Un’uscita di strada, mentre era al comando, ferma Simone Campedelli, assoluto dominatore della prima tappa, mentre un duplice inconveniente rallenta Andrea Nucita in grande spolvero nella seconda tappa. Buona prova di Giuseppe Testa, alla fine quinto. Ottima prestazione di Christofer Lucchesi con l’Abarth 124 rally, mentre nel Trofeo Clio R3 Top danno spettacolo Ivan Ferrarotti e Riccardo Canzian. Alberto Paris domina nel Trofeo Twingo R1 Top

PORTOFERRAIO (LI), 27 maggio – Bravi, bravi, bravi, ma sfortunati. Così si possono fotografare i piloti equipaggiati Michelin al 51° Rally Elba dello scorso fine settimana. Soprattutto Simone Campedelli, affiancato come sempre da Tania Canton, vero mattatore della prima tappa con la sua Ford Fiesta R5, che ha imposto la sua legge in quattro delle cinque prove speciali del venerdì, prendendo il comando fin dalla corta prova speciale spettacolo di Porto Azzurro. Per chiudere la giornata con un vantaggio di 10”6 sul secondo classificato, preparandosi poi a mantenere se non consolidare la sua leadership nella seconda parte di gara. Purtroppo un’uscita di strada nella prima speciale di sabato mattina ha vanificato la grande gara del pilota romagnolo. Grande prova anche per Andrea Nucita, con Marco Vozzo al quaderno delle note della Hyundai i20, che ha siglato il miglior tempo in tre delle cinque prove speciali del sabato, ma ha compromesso la sua gara con un doppio inconveniente nella prima prova del venerdì e nell’ultima della giornata conclusiva.

Sotto il profilo delle prestazioni anche l’Elba ci ha gratificato con ottime performance” sottolinea Fabrizio Cravero, responsabile competizioni Michelin Italiain quanto abbiamo ottenuto il miglior tempo in sette delle dieci prove speciali della gara. E ciò la dice lunga su quanto siano performanti i pneumatici Michelin Pilot Sport. Purtroppo non sempre le cose filano per il verso giusto, ma anche all’Elba abbiamo dimostrato quanto sia valido e vincente il nostro prodotto”.

Gara concreta e senza sbavature per Giuseppe Testa e Massimo Bizzocchi, che hanno concluso quinti assoluti con la Ford Fiesta R5. Ottima prestazione con l’Abarth 124 rally di Christofer Lucchesi affiancato da Marco Pollicino, vincitore della categoria RGT e autore di tempi particolarmente interessanti con lo spider dello scorpione, chiudendo la gara in 25esima posizione assoluta, davanti all’altra 124 rally di Andrea Modenesi, affiancato dall’esperto Bobo Mometti, che prosegue il suo apprendistato nel mondo delle prove speciali.

Solita grande battaglia nei trofei Renault con Ivan Ferrarotti-Giò Agnese che hanno avuto ragione nel Clio R3 Top di Riccardo Canzian-Andrea Prizzon per appena 5”3 superando gli avversari solo nella Due Mari finale dopo un continuo scambio di posizione durato tutto il rally. I due equipaggi della Clio R3 hanno terminato la gara in 15esima e 16esima posizione assoluta e nettamente al comando della graduatoria riservata alle Due Ruote Motrici. Netto invece il successo di Alberto Paris-Sonia Benellini nel Trofeo Twingo Top (36esimi assoluti) che hanno superato l’esperto Claudio Vallino affiancato da Tiziana Desole, ancora in fase di rodaggio con la piccola utilitaria francese.

Prossimo appuntamento con gli equipaggi Michelin impegnati nel Campionato Italiano Rally, 29-30 giugno con il 46° San Marino Rally nella Repubblica del Titano.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi