Podio per le Citroën WRC di Felice Re e di Luca Ambrosoli al Rally del Taro

0
Download PDF

Taro - F.Re 01 (Custom)BEDONIA (PR) – Avrebbe potuto essere un risultato di squadra davvero eccezionale se quanto accaduto nelle ultime Prove Speciali non avesse stravolto la classifica: a tre P.S. dal termine, infatti, le quattro vetture WRC schierate da D-Max Racing occupavano la prima, la terza, la quinta e la decima posizione nella classifica assoluta ma, si sa, le gare terminano sulla pedana d’arrivo e l’esito finale è stato differente ma ugualmente soddisfacente, con due vetture sul podio di fine gara.

Taro - A.Re 01 (Custom)Il vincitore assoluto dell’IRCup 2014 Felice Re, in coppia con Mara Bariani, in avvio di gara ha faticato non poco a trovare il giusto set-up della sua Citroën DS3 WRC griffata Team Messeri ma, una volta bilanciata la vettura, ha fatto capire che chi punta al titolo 2015 dovrà obbligatoriamente fare i conti con lui: settimo assoluto al termine della terza P.S., il pilota comasco ha caparbiamente risalito la classifica fino alla seconda posizione finale (vincendo anche una Prova) andando così a marcare i primi punti “pesanti” nella classifica generale della serie. Gara senza sbavature per Luca Ambrosoli e Corrado Viviani, che hanno portato la loro Citroën C4 WRC sul terzo gradino del podio, confermando il particolare feeling con questa gara e replicando il buon risultato già ottenuto sia nel 2102 che lo scorso anno e facendo segnare anch’essi i primi punti nella classifica generale di campionato. Sfortunatissima invece la gara di Roberto Cresci e Fabio Ciabatti: dopo aver occupato la prima posizione assoluta fin dalla prima P.S. al volante della loro Citroën C4 (marcando il miglior tempo in due Prove Speciali), hanno pagato carissima una “toccata” in avvio del terzultimo impegno cronometrato che li ha costretti ad un amarissimo stop anticipato. Anche la Citroën C4 affidata a Ciava ed a Jasmine Manfredi stava conducendo una gara maiuscola (l’equipaggio toscano occupava l’ottava posizione assoluta prima dell’ultima Prova Speciale) ma il ritardo provocato da foratura nel corso del terzo passaggio sulla P.S. “Folta” comportava la “retrocessione” ad un’immeritata ventiduesima posizione finale.

Taro - Ciava 03 (Custom)Altrettanto sfortunati Alessandro Re e Giacomo Ciucci: la loro Citroën DS3 RRC nei colori del Team Messeri ha infatti subito un inspiegabile black-out poco prima della prima P.S., rifiutandosi di rimettersi in moto per sei lunghissimi minuti (equivalenti ad un minuto di penalità), ed il giorno successivo, nel corso della lunga P.S. “Folta”, un’improvvisa defaillance dell’impianto frenante ha provocato un pesante distacco di due minuti ed un’ulteriore penalità di un minuto per il ritardo accumulato per raggiungere il C.O. successivo a velocità ridotta. A nulla sono valsi gli ottimi tempi fatti registrare nelle altre Prove, costantemente ai vertici della categoria S2000/R5/RRC. La Citroën DS3 R3 Max affidata all’equipaggio elvetico composto da Paolo Vagli e da Stefano Mangili non ha invece preso il via a causa di un attacco influenzale patito dal pilota alla vigilia di gara: per loro l’appuntamento con il cronometro è rinviato al Rally del Casentino. “Il risultato di squadra che si profilava a tre P.S. dal termine ci avrebbe ripagato dell’immenso sforzo profuso in occasione di questa gara ma la sfortuna di Alessandro Re, il ritiro di Roberto Cresci e la foratura di Ciava ci hanno impedito di concretizzarlo: un vero peccato, perché l’impegno dei ragazzi del Team avrebbe davvero meritato un epilogo all’altezza delle capacità e della passione che li contraddistinguono” ha dichiarato Max Beltrami, Team Manager della compagine varesina “Tutti e cinque gli equipaggi schierati al via hanno dato il massimo fin dalle prime battute, in primis il nostro campione in carica Felice Re con Mara Bariani: dopo la pesante uscita all’Elba, non era facile risalire la china ma la sua guida esperta, il suo impegno nella preparazione della gara e l’attento lavoro di messa a punto della sua Citroën DS3 WRC hanno dimostrato, qualora ci fossero dubbi, che tutti devono sempre fare i conti con questo determinatissimo equipaggio! Le nostre vetture hanno fatto segnare il miglior tempo in quattro P.S. sulle nove disputate, a conferma della validità di tutte le Citroën che schieriamo abitualmente sui campi gara: l’appuntamento con la vittoria è rimandato al Rally del Casentino, dove ci presenteremo al via più agguerriti che mai”.

Il prossimo appuntamento dell’International Rally Cup 2015 è fissato per i giorni 17 e 18 luglio a Bibbiena (AR), da dove prenderà il via la trentacinquesima edizione del Rally del Casentino”.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.