Project Team, dalla Toscana il primo titolo nazionale 2019

0
Download PDF

Il portacolori Francesco Fanari (Škoda Fabia R5), in coppia con Silvio Stefanelli, si aggiudica il Challenge Raceday Rally Terra 2018/2019 al termine della Liburna Terra, ultimo round della serie

VOLTERRA (PI), 7 aprile 2019 – Il portacolori della scuderia Project Team, l’umbro Francesco Fanari, su Škoda Fabia R5 della Step-Five Motorsport, gommata Pirelli, si è aggiudicato il Challenge Raceday Rally Terra 2018/2019, una volta archiviata l’11ª Liburna Terra, ultimo nonché decisivo atto stagionale della serie, andato in scena sabato scorso nel Pisano. Al pilota di Foligno, navigato dal sammarinese Silvio Stefanelli e presentatosi ai nastri di partenza nelle vesti di leader provvisorio del campionato (considerati gli scarti da apportare), seppur in coabitazione con Andrea Smiderle (assente in Toscana), è bastato conseguire la terza piazza tra gli iscritti del “Challenge” per portare a casa l’ambito trofeo. Una prestazione “prudente” quella di Fanari, ma che gli ha garantito il massimo risultato finale, al termine di un cammino agonistico che l’ha visto centrare tre podi in altrettante precedenti partecipazioni (“Marche”, “Val d’Orcia” e “Valtiberina”).

«Non potevamo sperare in miglior epilogo, pur ammettendo che avremmo preferito giocarci il tutto per tutto con il nostro diretto avversario Smiderle» – ha commentato un più che soddisfatto Fanari – «Potrebbe sembrare paradossale, ma pur non avendo affondato il colpo per convenienza strategica, limitarsi ad amministrare la gara si è rivelato più snervante e impegnativo del previsto. Tant’è, che pur procedendo a ritmi più blandi rispetto ai nostri consueti standard, siamo incorsi in una foratura nel corso della sesta e ultima prova speciale in programma. Tensione a parte, abbiamo deciso di completare i circa cinque chilometri rimanenti con la ruota bucata, per evitare ulteriori perdite di tempo e, alla fin fine, anche questa scelta ha pagato». Alle parole di Fanari, hanno fatto eco quelle pronunciate dal siciliano Luigi Bruccoleri, “patron” della Project Team: «Felicissimo ed entusiasta. Il primo titolo nazionale della stagione colto su un fondo difficile quale è la terra, al termine di un percorso a dir poco avvincente. Ringrazio il talentuoso Francesco, che sul palco d’arrivo ci ha dedicato parole cariche d’affetto, il suo ‘naviga’ Silvio e tutti i ragazzi della Step-Five per l’impegno profuso. Mi auguro che questa prima prestigiosa vittoria targata 2019, possa far da preludio ad altrettanti successi nel prosieguo dell’annata sportiva».

Chiusa la “pratica” Raceday nel migliore dei modi, Fanari si prenderà una lunga pausa prima di riprendere l’attività in autunno: già confermate, difatti, le presenze al “Nido dell’Aquila” (27/29 settembre) e al “Tuscan Rewind” (22/24 novembre), validi entrambi per il Campionato Italiano Rally Terra; ancora in fase di valutazione, invece, una terza trasferta.

 

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy