Rally “Città di Modena”: da oggi il via alle iscrizioni

0
Download PDF

In programma per il 15 e 16 settembre, la gara presenta il forte stimolo del portare il suo cuore pulsante a Maranello. Previsto un percorso sviluppato su quattro distinte prove speciali, due da ripetere il sabato e due da ripetere la domenica per un totale di 70 chilometri di distanza competitiva. Foto Archivio Fotosport

Modena, 16 agosto 2018 E’ da segnare in agenda, per gli appassionati, il fine settimana di sabato 15 e domenica 16 settembre. E’ quello del 39° Rally Città di Modena, gara nazionale, che con la giornata odierna entra nella sua fase decisiva, quella delle iscrizioni, aperte appunto da oggi, sino a lunedì 10 settembre. L’evento sarà articolato,  affiancato dal rally storico 5° Historic Città di Modena e dalla regolarità sport 5° Sport Città di Modena.  Le vetture storiche fino al 1990 potranno regalare, così, spettacolo ed emozioni d’altri tempi.

Una nuova veste. Una veste rinnovata, quella di quest’anno per la gara, con il valore aggiunto che il cuore pulsante dell’evento sarà  Maranello, per poi presentare diverse altre grandi particolarità, pensate soprattutto a chi corre, con una logistica compatta ed un percorso sviluppato su quattro distinte prove speciali, due da ripetere il sabato e due da ripetere la domenica per un totale di 70 chilometri di distanza competitiva. In queste settimane si stanno definendo gli ultimi dettagli di un evento che dunque offrirà non solo competizione ma anche fascino, passione e storia.

Percorso rivisto. Gara per tre quarti rinnovata, il “Modena” targato duemiladiciotto: la prova di “Montegibbio” è rimasta uguale allo scorso anno, la “Castelvetro” è nuova ed inedita, selettiva e sicuramente entusiasmante da affrontare, la “Barighelli” è stata allungata prendendo anche gli spettacolari tornanti finali mentre la “Valle” sarà accorciata.

Trofei a go go. Non mancheranno premi speciali: il “Trofeo della leva-Memorial Gualandi” sul celebre cambio strada di Barighelli, il “Memorial Casolari” destinato al il primo pilota e primo copilota modenese nel rally storico, il “Trofeo Romano Gozzi” al giovane meglio classificato, la “Coppa Ritmo” dedicata alle Fiat Ritmo, quindi sempre nel rally storico  con premi in buoni acquisto di materiale tecnico, il “Trofeo Abarth” per il primo classificato tra le A112 Abarth.

Novità anche con il riordino prima dell’arrivo nella splendida location  Acetaia Leonardi, dove gli equipaggi potranno fare assaggi e ci sarà un rinfresco di benvenuto.

Maranello il  cuore pulsante. Verifiche sportive e tecniche, partenza e arrivo in centro, nella bellissima Piazza Libertà fra il “Made in Red” e l’Auditorium Ferrari. Una location unica. Maranello, un luogo dove le corse in macchina vanno di pari passo con la vita quotidiana. Un luogo definito il centro mondiale dell’automobilismo, avendo la Ferrari. Proprio l’Auditorium sarà utilizzato nel primo pomeriggio di sabato per il briefing con i piloti. Il riordinamento del sabato pomeriggio e il parco chiuso notturno fra la notte di sabato e domenica, sono previsti nella centralissima Piazza Libertà, l’area assistenza è confermata nella prestigiosa location del parcheggio lato destra di Via Enzo Ferrari, a fianco dell’omonima fabbrica di vetture da sogno. Per tutto questo l’organizzazione tiene ad evidenziare il grande rapporto di collaborazione che si è instaurato con l’Amministrazione comunale di Maranello, decisa a dare un grosso contributo al rilancio del rally nel contesto nazionale. Oltre a Maranello, stanno facendo parte attiva al fianco di Prosevent anche i comuni di Castelvetro, Sassuolo, Prignano sulla Secchia e Serramazzoni, oltre ovviamente alla Provincia di Modena, all’Aci di Modena e tutte le persone e volontari che stanno lavorando con forte impegno e passione per realizzare un’edizione del “Modena “da ricordare.

Il gruppo “Amici del rally di Modena”, anima forte ed appassionata della manifestazione, dà il proprio contributo sul territorio, affiancando Prosevent nell’allestimento del rally e sarà l’anello di congiunzione appunto con le istituzioni per creare un evento che sia proprio dei luoghi ove si svolge, portando immagine e ricaduta economica grazie ai partecipanti ed al pubblico che sarà al seguito.

La scorsa edizione della gara venne vinta da Rossi-Zanella, con una Ford Fiesta R5, davanti ai reggiani Tosi-Del-Barba (Renault Clio R3) e terzi giunsero Beggi-Alicervi (Renault Clio S1600). Tra le auto storiche dominio invece della Ford Sierra Cosworth di Gilli-Giorgio, davanti a Luise – Handel e Bottoni – Ramaciotti.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy