Rally Day “Il Grappolo” Classe N3: Tabacco non trova avversari

0
Download PDF

Dittatura dell’equipaggio genovese fa che sue tutte le prove speciali, sperando di trovare in Claudio Vallino un avversario contro il quale confrontarsi. Di Tommaso M. Valinotti. Foto ActionRace e Marco Ferrero

 

SAN DAMIANO D’ASTI (AT), 10 dicembre – Una gara che vede il dominio di Mario Tabacco-Giuliano Pozzo nasconde una piccola delusione, anche l’equipaggio genovese se segna il miglior tempo di categoria in tutte le prove speciali, chiudendo tredicesimi assoluti dopo una gran bella cavalcata. “Speravo di poter duellare sul filo dei decimi con il mio amico Claudio Vallino, invece si è ritirato anzi tempo. Peccato. Una gara bellissima che sarebbe stata ancor più elettrizzane e molto soddisfacente”. Il pilota genovese non ha dubbi su come avrebbe voluto che fosse la sua gara. E poco importa che il savonese di Angrogna nelle tre prove disputate fosse sì la seconda forza, ma a distanza dalla Clio dei portacolori del Racing For Genova. “Non bisogna mai fidarsi di Vallino. Era dietro nelle prove che ha disputato, ma era la prima volta che guidava l’Opel Astra, una vettura ancora in fase di perfezionamento ed aveva al suo fianco una navigatrice giovane con cui non ava mai corso. Vallino ha sempre fatto così. All’inizio prende le misure e poi attacca. E da quel momento sono guai”.

L’analisi di Tabacco è perfetta per descrivere la gara di Claudio Vallino, che porta in gara l’Opel Astra GSI in fase di maturazione e ha al suo fianco Marcella Gallo, giovane navigatrice sanremese, figlia del suo navigatore di vecchia data Ottavio Valter” Gallo. Il cedimento del supporto motore ha impedito a Vallino-Gallo di partire per la quarta prova speciale dopo aver segnato il secondo miglior tempo nelle prove fin lì disputate.

La seconda piazza viene ereditata dal monegasco Alfredo Formosa con Marcello Senestratro alle note, che insegue i due fuggitivi divertendosi alle sue prime esperienze fra le moderne, lasciandosi alle spalle l’esordiente Stefano Peletto affiancato dall’esperto Massimo Barrera, che hanno una piccola incertezza toccando un rail solo nel passaggio di mezzogiorno a Revigliasco e mettono 13”3 su Virginio Negro, affiancato da Stefano Zoia, soddisfatto delle sue performance, vista la ruggine che accumula disputando una sola gara l’anno.

A soli 7”5 da Negro-Zoia concludono Franco Gai Via-Giampiero Gamba che dopo quattro anni di esperienza in Classe A5 assaggiano per la prima volta, e con molta circospezione, la Clio Williams N3 della PF Car. Esperienza da ripetere. Quindi il prudente esordiente locale Alessandro Porta, affiancato da Fulvio Meazza, che precede la vecchietta del gruppo, ovvero la Peugeot 205 GTI di Marco Cotugno e Maddalena Gardini.

 

  • Iscritti 8, verificati 8, classificati 7, ritirati 1.
  • Vincitori Prove speciali: 6 Mario Tabacco-Giuliano Pozzo (1, 2, 3, 4, 5, 6)
  • Leader di classifica: Mario Tabacco-Giuliano Pozzo
Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi