Rally del Piemonte, Classe A6: Galaverna-Scrigna in cima al podio  

0
Download PDF

Per sei prove sembra che tutto sia a favore di Rosano-Meitre che volano in classe con il vento in poppa, prima che un fastidioso rumore meccanico consigli loro il ritiro, lasciando via libera ai cuneesi, alla seconda esperienza sulla Citroën Saxo VTS. Di Tommaso M. Valinotti. Foto Barbara Garulla e Fulvio Ferraro; Elio Magnano; Danilo Ninotto, Stefano Romeo, Gabriele Valinotti

 

MONDOVÌ (CN), 20 ottobre – Successo finale di Adriano Galaverna e Alessandro Scrigna che portano la loro Citroën Saxo VTS in 51esima posizione assoluta, terminando con buon vantaggio su Antonello Porello e Federica Pagliero su Peugeot 206 RC. Il Rallye del Piemonte inizia con Fabrizio Rosano e Luca Meitre in grande spolvero che segnano il 37 tempo assoluto, migliori di classe, nonostante un testacoda in discesa, davanti a Galaverna-Scrigna. Che la loro posizione sia nettamente migliorabile lo dimostra il fatto che nella ripetizione della speciale del sabato, con le condizioni di asfalto peggiorate, l’equipaggio portacolori di Due Gi Sport segna il 19 esimo tempo assoluto abbassando il riscontro cronometrico di 7”. Rosano-Meitre sono addirittura 18 esimi sulla prima Niella Tanaro, mentre disputano la successiva Ceva nel diluvio appena scoppiato e debbono accontentarsi del 33° tempo. Bene nuovamente a Niella, 25esimi, ma un rumore strano blocca la loro gara nella successiva Ceva, dove conquistano ancora il miglior tempo di Classe A6, costringendoli però al ritiro al successivo parco assistenza mentre erano 32esimi assoluti.

Alle spalle di Rosano-Meitre si inseriscono fin da subito come seconda forza Galaverna-Scrigna che siglano il secondo tempo di categoria in cinque delle prime sei prove speciali, mancano solo il secondo passaggio sulla Cigliè di sabato, per poi imporsi nell’ultimo giro su Niella Tanaro e ottenere il tempo imposto migliore sulla Ceva finale, chiudendo davanti ai concreti Antonello Porello-Federica Pagliero, efficaci in gara nonostante un testacoda sulla prima Ciglié, e la pioggia e la nebbia nelle fasi centrali della gara.

Gara sfortunata per Mauro Orzini-Roberto Marsero, che potrebbero inserirsi nella lotta per il podio se a 300 metri dal termine della prima prova una perdita di carburante scivolato sul catalizzatore non provocasse un principio di incendio che fa perdere 13 minuti all’equipaggio della Nord Ovest Racing facendolo precipitare in ultima posizione della classifica assoluta. Che la loro posizione non sia quella lo dimostra il secondo tempo sul ripassaggio della Ciglié e il terzo a Niella Tanaro prima di uscire di strada senza danni se non al morale a Ceva del mattino. A quel punto Orzini-Marsero pensano sia meglio ritirarsi. E forse hanno ragione.

  • Iscritti 4, verificati 4, classificati 2, ritirati 2.
  • Vincitori Prove speciali: 6 Rosano-Meitre (1, 2, 3, 4, 5, 6); 2 Galaverna-Scrigna (7; 8*)
  • Leader di classifica: 1-6 Rosano-Meitre; 7-8 Galaverna-Scrigna
Download PDF
Condividi

Rispondi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy