Rally di Bassano da dimenticare per Gianluca Tosi

0
Download PDF

Il pilota reggiano portacolori della Scuderia Movisport, insieme ad Alessandro Del Barba, attardato da una foratura nel secondo giorno di gara a Bassano, seconda prova del Campionato IRCup 2020, ha deciso di fermarsi volontariamente. Foto Mario Leonelli

28 settembre 2020 . Il blasonato Rally di Bassano,  seconda prova del Campionato IRCup 2020, per Gianluca Tosi, avrebbe dovuto essere la gara del riscatto da un avvio di campionato decisamente sfortunato ed invece in terra veneta il pilota di Castelnuovo Monti ha proseguito ad essere condizionato dalla sfortuna.

In coppia con il fido Alessandro Del Barba, sulla Skoda Fabia R5 di GIMA Autosport, il portacolori di Movisport era alla ricerca del risultato d’effetto in un plateau di competitor di elevato livello ma l’effetto sortito è stato quello di un ritiro a causa del notevole tempo perduto dovuto ad una foratura. Dunque, la gara che doveva dare la svolta decisa all’economia del campionato si è rivelata  anche essa da dimenticare.

La gara vicentina si era avviata già in salita, per Tosi e Del Barba, con un ritardo “pagato” di 20” nella prima parte di gara del venerdì che già aveva messo la coppia in una posizione certamente non di favore. Sul campo, i due giri sulla “Valstagna”, molto tecnica ed estremamente scivolosa, non erano andati male, con riscontri cronometrici da top ten assoluta, ma soprattutto con ottime sensazioni alla guida della vettura boema.

Poi, alla ripresa della corsa l’indomani, al sabato, durante la seconda “piesse” di “Cavalletto” la foratura dell’anteriore sinistra ha costretto l’equipaggio a sostituire lo pneumatico ed i circa cinque minuti persi hanno poi fatto decidere l’abbandono della gara.

“Eravamo obbligati a fare un risultato importante  – commenta Tosiper risollevare il ritiro in Casentino ed invece siamo tornati via da Bassano con l’amaro in bocca di un altro risultato che non c’è stato. Peccato, perché l’avvio di gara, nonostante la penalità, ci aveva fatto “sentire” sensazioni importanti, tutto marciava al meglio, poi la doccia fredda della foratura ci ha messo il classico bavaglio facendoci gettare la spugna, era inutile proseguire. Sette equipaggi prima di noi in un “taglia” hanno solo danneggiato la ruota, a noi è toccata la foratura. No, quest’anno non è proprio l’anno giusto.  Via, cerchiamo di voltare pagina e pensare alla “nostra” gara di Reggio, dove faremo il possibile per farla da protagonisti!”.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.