Rally Piston Cup 2018: rinviata la quarta gara, il Rally di Varallo e Borgosesia, appuntamento al Rally del Taro

0
Download PDF

 Il rinvio della gara ossolana concentra adesso l’interesse della serie verso la gara parmense, secondo atto dell’IRCup. Marco Asnaghi al comando della serie davanti a Melloni e Bracchi. Grande interesse intorno al Trofeo Michelin, forte di un montepremi di ben 10mila €.

 Battuta d’arresto, per il ruolino di marcia della Rally Piston Cup 2018, in seguito al rinvio a data da destinarsi dell’11° Rally di Varallo e Borgosesia, in programma per il fine settimana appena trascorso. Dopo la pausa di un mese circa, dalle grandi manovre viste al Rally “Lirenas” di Cassino, il trofeo dunque converge ora i propri obiettivi verso il 25° Rally Internazionale del Taro, seconda prova dell’IRCup, in provincia di Parma, in calendario dall’8 al 10 giugno. Anche in questo caso sarà una doppia tappa, in quanto è prevista anche la gara “nazionale”, due occasioni certamente ghiotte per i partecipanti alla serie ed anche per coloro che cullano l’idea di iscriversi.

Con il Rally Lirenas erano 26, gli iscritti tra i piloti e 17 tra i copiloti ed in testa alla classifica dopo tre gare disputate, con 243,28 punti, c’è il comasco Marco Asnaghi, con la sua Renault Clio R3C, pur se tornato via dal “Lirenas” con l’amaro in bocca di un risultato che non lo ha soddisfatto per via di continui problemi tecnici, allo sterzo della vettura induritosi a seguito della rottura della cinghia dell’alternatore. Nella classifica provvisoria piloti, la seconda posizione è per Emilio Melloni (158,50), a punti soltanto al Rally “del Pizzocchero”, mentre terzo è Manuel Bracchi, anche lui solamente al via in Valtellina, con 145 punti.

Un “pericoloso” Michele Rovatti, però, preme in classifica: con una sola gara all’attivo, il “Lirenas”, il forte pilota pisano è adesso nono, primo fra le Super 1600, con la sua Clio, da prevedere dunque una scalata ai vertici proprio in coincidenza con l’appuntamento del “Taro”. Manuel Bracchi, grazie ai punti acquisiti al Rally del Pizzocchero comanda poi nel Trofeo “Corri con Michelin”, iniziativa di spessore, che mette a disposizione dei trofeisti un montepremi di ben 10mila Euro, sicuro incentivo dedicato a chi sceglie Rally Piston Cup per liberare la propria passione agonistica. La seconda posizione è adesso per Comendulli.

Tra i copiloti, leader provvisorio è Pietro Maurizio Castelli, copilota di Asnaghi, quindi con lo stesso punteggio del suo driver, davanti a Maurizio Manghera (158,50) e terzo è “Lindo” con 144,55 punti.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy