Rally Valli Cuneesi, Classe N2: Paolo Iraldi-Marco Amerio, che Classe

0
Download PDF

L’equipaggio della Meteco Corse si sveglia subito al mattino e parte all’attacco lasciando agli altri equipaggi appena tre prove. Sfortunati Costantino-Berni, fermi dopo quattro prove, i più seri antagonisti dell’equipaggio astigiano. Di Tommaso M. Valinotti. Foto ActionRace e Marco Ferrero

DRONERO (CN), 28 aprile – “Questa volta mi sono svegliato presto ed ho attaccato subito”. Paolo Iraldi e Marco Amerio non si crogiolano nei sogni del venerdì sera fatti di lungo giro per la parata di Saluzzo, ma danno subito l’assalto alla carovana nella difficile Montemale di apertura (quarantesimo tempo assoluto) e, prendendo qualche rischio in discesa, mettono subito quei 13” di vantaggio sugli avversari che fanno capire le loro intenzioni. Nella successiva Brondello calzano quattro gomme nuove, che rodano con cognizione, cedendo appena 3”2 a Danilo Costantino-Michael Berni, che si dimostrano i più seri avversari, per poi chiudere definitivamente i giochi sulla successiva Valmala, quando aggiungono altri 14”2 al vantaggio già acquisito, che incrementano nella successiva Montemale con Costantino, terzo tempo di Classe dietro ai genovesi dell’Appennino Davide Melioli-Davide Morando, in difficoltà che paga altri 12”4 e ormai vede gli astigiani lontani 37”. Il ritorno a Brondello vede in grande spolvero Eric Odin e Grazia Ponzano, che mettono la loro Citroën Saxo davanti a tutti con Iraldi secondo, ormai tranquillo perché sa che Costantino-Berni non sono usciti dal parco assistenza. Il pilota di Mombercelli fa ancora sua la Valmala, perché la Valmala è la Valmala e bisogna spingere come se si fosse sul Turini, quindi è ancora secondo a Montemale, a giochi ormai acquisiti. Ma la gara è stata sempre in mano loro e il 39° posto assoluto, ottavo di Gruppo N e primo di Classe N2 la dice lunga su quanto Iraldi-Amerio abbiano pedalato nel corso delle sette prove speciali tenendo le redini di categoria dal primo all’ultimo metro.

Gara sfortunata per Danilo Costantino-Michael Berni, seconda forza in campo e capaci di imporsi nel primo passaggio a Brondello, fino a quando sono rimasti fermi prima dell’ingresso di Brondello-2 quando ormai erano distanti da Iraldi-Amerio di 37” ma avevano ben 20” di vantaggio sui terzi classificati Melioli-Morando. L’equipaggio ligure, dopo un inizio prudente a Montemale-1, si è subito insediato dietro Iraldi e Costantino, mantenendo la posizione fino al secondo posto sul palco di Dronero. L’inizio difficile, quarto tempo con tanto di testacoda in discesa, ha compromesso le possibilità di lotta per il primato di Eric Odin-Grazia Ponzano su Citroën Saxo che compiono il loro exploit sulla Brondello-2 quando chiudono davanti a tutti.

Quarta posizione per Christian Clavario-Mirko Pellegrino che si prendono la soddisfazione di siglare il miglior tempo nella prova di chiusura e precedono il valdostano Daniele Pession, affiancato da André Perrin, che dopo un inizio non semplice, con tanto di manovra a Montemale di prima mattina nell’inversione, e un dritto a fuoco nella successiva Brondello seguiti da molta prudenza sulla successiva Valmala, prende confidenza con strade e vettura chiudendo quinto di classe, risultato più che positivo per chi è alla seconda gara. A seguire il soddisfatto Anselmo Martini affiancato da Davide Belotti, equipaggio immancabile al Valli Cuneesi, quindi Davide Gulfi-Martina Balducchi, che superano l’intoppo della rottura del motorino di avviamento. Nona piazza per Paolo Allamandi e Diego Carena inseguiti da Mauro Allais-Rita Dovo, ultimi di categoria a festeggiare l’arrivo sul podio di Dronero.

La lista dei ritirati comprende, oltre Costantino-Berni, i toscani Lorenzo Ballini-Eugenio Alfieri, che si fermano dopo la seconda per problemi di alimentazione alla loro Peugeot 106, mentre Valmala costa il ritiro al giovanissimo ligure di Arma di Taggia Alessio La Cola, affiancato dal torinese Stefano Pistoresi (41 anni in due) che nonostante sia alla quinta gara e affermi di essere stato molto abbottonato nella prova inziale viaggia veloce al punto di essere il principale inseguitore di Iraldi nella prima prova e terzo di Classe N2 al momento del ritiro. Si ferma prima della seconda prova Gianluca Bizzini con Angela Tufarelli, mentre l’ultima Valmala costa il ritiro a Daniele Galaverna, alla sua terza esperienza da pilota, affiancato da Antonella Pellegrino. Sulla stessa prova, ma al primo passaggio, si erano fermati Miki Debernardi-Federica Marcoz.

  • Iscritti 16, verificati 16, classificati 10, ritirati 6.
  • Vincitori Prove speciali: Paolo Iraldi-Marco Amerio (1, 3, 4, 6); Danilo Costantino-Michael Berni (2) Eric Odin-Grazia Ponzano (5) Christian Clavario-Mirko Comino (7)
  • Leader di classifica: 1-7 Paolo Iraldi-Marco Amerio

 

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy