Rally Valli Cuneesi, Under 25: largo allo svizzero Kim Daldini

0
Download PDF

Numerosa e velocissima la pattuglia dei giovanissimi che si mettono in evidenza nelle loro classi di appartenenza. Vetture ed esperienza favoriscono il pilota svizzero, ma che gara dello sfortunato Riccardo Tondina. Di Tommaso M. Valinotti. Foto ActionRace e Marco Ferrero

DRONERO (CN), 28 aprile – Sono ben 16 i piloti Under 25 che schierano al via di questa 24esima edizione del Rally Valli Cuneesi, ma solo otto vedono l’arrivo, una percentuale decisamente più bassa di quella che si verifica nel resto della gara a dimostrazione che l’esperienza è molto utile, specie in situazioni difficili con quella vissuta nelle Valli Occitane.

Dominio pressoché incontrastato dello svizzero Kim Daldini, affiancato da Daniele Rocca su Renault Clio R3T, che stacca il miglior tempo in sei delle sette prove speciali, concedendo a Riccardo Tondina-Sofia D’Ambrosio il successo solo sul secondo passaggio sulla Valmala, quando l’equipaggio portacolori de “La Superba” stacca il 27° tempo assoluto, un risultato decisamente peggiore di quello ottenuto fino ad allora. La seconda forza in campo è stata quella dell’ossolano Riccardo Tondina, capace di staccare costantemente il secondo tempo fra gli Under con la sua Clio RS di Classe N3 e vincendo la prova appena Daldini ha avuto un problema. Peccato per lui che la sua Clio abbia drasticamente rallentato sull’ultima prova e si sia fermata nel trasferimento finale cancellando una prova maiuscola che aveva visto Tondina-D’Ambrosio lottare per entrare fra i migliori venti della classifica assoluta. La seconda piazza va così a Lorenzo Bonifacino, affiancato dall’esperto Umberto Tesi, che ha sfruttato a meraviglia il potenziale della sua Mitsubishi Lancer Evo IX, viaggiando costantemente fra le terza quarta posizione fra gli Under, lottando con i giovanissimi Alessandro Fino-Michela Civallero, Clio RS di Classe N3, che pur non essendo in giornata di grazia hanno ottenuto prestazione interessanti salendo sul podio fra i giovani.

Quarto di categoria Nicolò Perotti, affiancato da Fabio Airaudo, che dopo un inizio nervoso ha saputo inserirsi subito dietro i primi quattro Under dimostrando una buona capacità di gestione della gara, con una Peugeot 106 di Classe A6 che non è certo prestazionale quanto le auto che lo hanno preceduto. Seguono i valdostani Daniele Pession-Andrè Perrin con la piccola Peugeot 106 di Classe N2, quindi la Citroën C2 Racing Start di Mattia Canepa-Leonardo Muzzioli e poi Paolo Allamandi-Diego Carena che bruciano per un solo decimo i liguri Lorenzo e Davide Lanteri che hanno tentato un recupero nell’ultima prova con la loro Twingo. Non prendono nemmeno il via Filippo Serena-Luca Pieri che sbattono allo shake down del venerdì pomeriggio; finiscono fuoristrada fin dalla prima prova Ivan Demichelis-Diego Sacco, mentre nella prova successiva la Valmala capottano Ivan Cocino-Chiara Brambilla, e si fermano Miki Debernardi-Federica Marco, imitati da Alessio La Cola-Stefano Pistoresi che avevano fatto faville nelle prime due speciali, oltre ai toscani Matteo Santucci-Federico Capilli. Nicolò Minetti ed Emanuela Revello finiscono fuori tempo massimo nella prima Valmala dovendo abbandonare la partita.

  • Iscritti 16, verificati 16, classificati 8, ritirati 8.
  • Vincitori Prove speciali: 6 Kim Daldini-Daniele Rocca (1, 2, 3, 4, 5, 7); 1 Riccardo Tondina-Sofia D’Ambrosio (6)
  • Leader di classifica: 1-7 Kim Daldini-Daniele Rocca
Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi