Rally Valli Vesimesi 2018: arriva la carica dei 101

0
Download PDF

Tanti sono gli equipaggi fra storiche e moderne che prenderanno parte alla gara di sabato 19 e domenica 20 maggio. Moltissimi protagonisti fra le 82 auto moderne fra i quali spiccano il comasco Alessandro Re, Bobo Benazzo (vincitore nel 2003) Marco Strata primo nella scorsa edizione e Federico Ferrari che dopo un terzo e un secondo posto assoluto tenta il grande slam. Fra le 19 storiche scatta per prima la Porsche di Bianco-Casazza, ma sarà duello fra la Toyota di Mano-Barbero e la Delta di Mao-Delfino vincitrice lo scorso anno. Senza dimenticare Italo Ferrara, velocissimo e spettacolare nella scorsa edizione. Verifiche sabato 19 maggio a partire dalle ore 8.00, quindi alle 15.30 la cerimonia di partenza e alle 15.47 la prima delle due prove speciali del sabato. Domenica 20 maggio le altre sei prove e premiazione in pedana alle ore 17.00

  VESIME (AT), 16 maggio – Non aspettatevi 101cani di razza dalmata in giro per Vesime, ma vi faranno innamorare ugualmente. Sono i 101 equipaggi che saranno protagonisti dell’edizione 2018 del Rally Valli Vesimesi. Diciannove per il II Historic Rally Valli Vesimesi e 82 nel XXVI Rally Valli Vesimesi – Memorial Giuseppe Bertonasco – Memorial Gianni Biglino. “Avere un elenco iscritti a tre cifre è una gran bella soddisfazione” commentano all’unisono Paola Bocchino e Luca Meneghetti che guidano lo staff di BMG Motor Events che organizza la gara, “Frutto del gran lavoro fatto per riportare l’evento ai fasti di un tempo. Ora possiamo dirlo. Il Rally di Vesime c’è”.

Altissimo livello di iscritti. E se la gara è un successo a livello di numeri lo è anche sicuramente a livello di qualità di iscritti al punto che fare un pronostico è difficile quanto azzeccare il numero secco sulla ruota del casinò. Sono ben 11 le vetture di Classe R5 presenti. Le top car della gara, con il comasco Alessandro Re affiancato dal savonese Fulvio Florean numero 1 sulla Škoda Fabia. I portacolori della scuderia Etruria non avranno certo vita facile, perché dovranno difendersi dagli assalti del canellese Jacopo Araldo con Lorena Boero, Škoda Fabia, senza contare l’enologo di Neive Massimo Marasso con Marco Canuto alle note sulla Hyundai i20 che vuole riscattare la parziale delusione del Valli Cuneesi. E che dire del rientro di Luca Arione con Luca Culasso alle note che aprono una striscia di Ford Fiesta R5 che comprende immediatamente dopo l’idolo locale Bobo Benazzo con Giampaolo Francalanci che tenta il bis del successo assoluto del 2003. E ancora il sindaco da corsa Fabio Carosso con Roberto Aresca, il velocissimo ragazzino di Borgaro Torinese Alessandro Pettenuzzo con Daniele Araspi, e per finire Marco Ciriotti-Luca Beltrame, Massimo Lombardi– Erica Bologna, allenati dalla bella prestazione al Valli Cuneesi, quindi Carlo Berchio-Giancarla Guzzi.

Lotta nelle classi guardando all’assoluta. In S2000 (due iscritti) occhio alla Škoda Fabia di Gianluca Tavelli-Nicolò Cottellero, mentre in R3 (tre vetture) ritroviamo i pistoiesi Federico Gasperetti-Federico Ferrari, terzi nel 2016 e secondi nella scorsa edizione che sperano di fare un passo avanti con la loro Renault Clio. In Classe R4 (due vetture) ritroviamo i vincitori della scorsa Marco Strata-Ylenia Garbero che puntano senza ombra di dubbio a fare il bis con la loro Mitsubishi Lancer EVO X, mentre in N4 (cinque vetture) sarà al via il folletto di San Damiano D’Asti Marco Franco con Massimo Prato, Mitsubishi Lancer EVO IX pronto a dare la zampata per la vittoria e Alex Proh-Lucia Zambiasi che debbono riscattare la delusione della scorsa edizione. Ma tutte le classi presentano storie interessanti. Con due iscritti in Classe R2B, altrettanti in Classe A7, cinque in Classe A6, cinque Racing Start nelle varie classi, sette in A5 fra i quali il veterano astigiano Mario Viotti con Enzo Colombaro, ben diciotto in Classe N2 dove spiccano per il colore rosa Elisa Spinetta-Alessandra Calori, cinque terribili Seicento di Classe A0, sette variegate vetture di Classe N1, una Seicento di Classe N0 e a chiudere la Renault Twingo dei fratelli sanremesi Lorenzo e Davide Lanteri, bravissimi al recente Valli Cuneesi.

Il rally verrà aperto dalle diciannove auto storiche con in prima fila la Porsche 911 dei locali Cesare Bianco-Stefano Casazza alla loro prima esperienza sulla belva di Stoccarda. Subito dietro scatteranno gli albesi Sergio Mano-Rudy Barbero dominatori delusi del recente Valli Cuneesi con la loro Toyota Celica ST 165 che precederanno al via Rudi Mao, vincitore della scorsa edizione, che sarà affiancato da Mattia Delfino e avrà a disposizione la blasonata Delta 16 vincitrice a Vesime nel 2017 e al recente Valli Cuneesi. Senza dimenticare il grintoso Italo Ferrara con Gabriele Bobbio che disporrà della stessa Peugeot 309 GTI con cui vinse a Vesime nel 1991 e fece scintille lo scorso anno. Quindi altre quattordici altre storiche pronte a dare spettacolo e scrivere nuove pagine nel libro dei sogni che è il Rally Valli Vesimesi.

 

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi