Risorge il Città di Schio, Renzo Rampazzo c’è

0
Download PDF

L’atteso ritorno della classica vicentina, un autentico totem per il rallysmo in Triveneto, è stata una sirena alla quale il pilota di Montegrotto Terme non ha saputo resistere. Foto Actualfoto/Leonelli

Montegrotto Terme (PD), 09 Novembre 2020 – Se ne parlava da tempo ed ora, a pochi giorni dall’apertura del sipario, tutto il mondo del motorsport in Triveneto attende con ansia il via del ritrovato Rally Città di Schio, ventinovesima edizione, in programma per il prossimo weekend.

Un palcoscenico, da sempre, molto ambito, capace di catalizzare l’interesse grazie ad una nuova guida al timone dell’organizzazione, l’associazione Power Stage, capitanata da Enrico Tessaro e da un gruppo di appassionati volenterosi, decisi a riportare in auge l’evento.

Dalle voci di corridoio, che si susseguono in queste ultime giornate, il parco partenti potrebbe portare a scrivere un’edizione da record per il Città di Schio e ad un appuntamento così sentito non poteva mancare un Renzo Rampazzo che è sempre stato un affezionato protagonista.

Secondo di classe R3C nell’edizione 2016 ed in quella del 2012, sesto nel 2011, ottavo nel 2010, ritirato nel 2009 e vittorioso nel 2008 alla guida della Renault Clio R3C, dopo aver preso parte anche alle edizioni del 2007, 2006 e 2005, a bordo di una Renault Clio RS di gruppo N.

 

Finchè è stato fatto abbiamo sempre corso a Schio” – racconta Rampazzo – “perchè è sempre stata una gara molto bella, tecnica e selettiva, con un’organizzazione di alto livello. Siamo molto felici che un gruppo di giovani abbia deciso di mettersi in gioco nel riportare in vita una gara così prestigiosa. In un anno così complicato, per i motivi noti, decidere di lanciarsi nell’organizzazione di un evento, fermo dal 2016, merita soltanto ammirazione. Con piacere abbiamo appreso della notizia di questo rientro ed abbiamo deciso di essere al via. Quest’anno è stato decisamente anomalo quindi abbiamo voluto regalarci una gara spot, in un contesto certamente importante. Si parla di un parco partenti notevole e questo fa solo bene a tutti noi.”

 

In gara con la consueta Renault Clio R3, supportata da Baldon Rally ed iscritta per i colori della scuderia patavina La Superba, Rampazzo affronterà questo Città di Schio nel chiaro intento di sciogliere alcune riserve per la prossima stagione, in virtù di un’incertezza che regna sovrana.

Ad affiancarlo, per la prima volta sul sedile di destra, troveremo Michael Guglielmi.

 

Questo Città di Schio mi darà modo di riflettere sul futuro” – sottolinea Rampazzo – “perchè, ad oggi, vedo parecchia incertezza. Un grazie di cuore a Michael, il quale mi affiancherà per la prima volta qui, ed a tutte le persone che mi hanno aiutato a risolvere alcuni fastidi. Grazie a Luca Silvi, ad Enrico Tessaro, ad Alessio Rossano Bellan ed a Nicola Doria. Grazie di cuore.”

 

L’edizione numero ventinove del Rally Città di Schio metterà sul piatto un mix tra la storia ed il passato recente, proponendo tre passaggi sulle prove speciali di “Monte di Malo” (7,29 km) e sulla classica “Santa Caterina” (11,93 km), per una sessantina circa di chilometri cronometrati.

 

Bentornato Rally Città di Schio” – conclude Rampazzo – “ci vediamo nel fine settimana.”

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.