Roberto Pellè sogna l’assalto al podio del Tricolore R1

0
Download PDF

Vinta l’ACI Sport Rally Cup Italia di categoria, tra le Racing Start, il pilota trentino sarà al via del Tuscan Rewind, con il difficile compito di agganciare il treno di testa. Foto Fotosport

Trento, 17 Novembre 2020 – Roberto Pellè non passa ma rilancia e, dopo aver conquistato l’ACI Sport Rally Cup Italia quale migliore Racing Start tra tutte le zone tricolori, tornerà, questo fine settimana, al volante della Suzuki Swift 1.6 R1 in una missione quasi impossibile.

Il pilota di Trento, affiancato come sempre dall’inseparabile Giulia Luraschi alle note, si presenterà al via dell’undicesima edizione del Tuscan Rewind, ultimo atto del Campionato Italiano Rally, valevole come sfida conclusiva anche del Campionato Italiano R1.

Scorrendo la classifica provvisoria della serie tricolore infatti il portacolori della scuderia Destra 4 Squadra Corse figura al settimo posto assoluto, a quota quindici punti, con un ritardo dal terzo gradino del podio di sole otto lunghezze, una situazione che nella seconda divisione potrebbe addirittura valergli l’aggancio alla seconda posizione finale.

Il Tuscan Rewind sarà una gara a coefficiente maggiorato” – racconta Pellè – “ed è proprio questo il motivo per il quale abbiamo deciso di essere al via. Recuperare otto punti non sarà semplice, in una sola gara, ma sognare aiuta a vivere meglio quindi perchè non provarci? In questa occasione torneremo al volante della versione aspirata della Swift, una vettura che ci ha regalato tante soddisfazioni negli ultimi tre anni. Siamo proprio curiosi di vedere come andrà.”

Un ritorno alla terra, quello di Pellè, a distanza di ben cinque anni dall’ultima apparizione.

L’ultima volta che abbiamo corso sulla terra era l’Adriatico del 2015” – sottolinea Pellè – “e, se non ricordo male, finì con un ritiro. Dopo così tanti anni di gare sull’asfalto non sarà semplice tornare a correre sullo sterrato ma siamo felici di poterci tornare a correre. Noi siamo pronti.”

 

L’ultimo atto del CIR, valido anche per il Campionato Italiano Rally Terra, si presenterà ai concorrenti con un format decisamente atipico per una massima serie tricolore.

Un’unica tappa, Sabato 21 Novembre, e tre prove speciali, dal chilometraggio ridotto, da ripetere per tre passaggi consecutivi: “Castiglion del Bosco” (9,14 km), “La Sesta” (7,18 km) e “Torrenieri – Badia Ardenga” (14,39 km) comporranno i poco meno di cento chilometri di prove.

 

Correre nella zona di Montalcino” – conclude Pellè – “significa tornare, con la mente e con il cuore, alla storia del rallysmo mondiale. Su queste zone ci sono passati anche i gruppi B. È emozionante il solo pensiero di esserci. Tornando al lato puramente tecnico non abbiamo mai avuto l’opportunità di correre su queste prove speciali e, di conseguenza, le scopriremo soltanto una volta che le vedremo dal vivo. Sappiamo che l’obiettivo che ci siamo prefissati è ambizioso ma vogliamo viverlo con la maggiore serenità possibile. Abbiamo vinto il titolo che ci eravamo prefissati ad inizio stagione, abbiamo chiuso bene nella Suzuki Rally Cup e qui, al Tuscan Rewind, vogliamo regalarci una gara importante per chiudere al meglio quest’annata.”

Download PDF
Condividi

Rispondi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.