Rudy Michelini in attacco al Rallye Elba

0
Download PDF

Dopo una strategia di guida prudente alla Targa Florio, il pilota toscano intende mettere a frutto la discreta conoscenza della gara isolana, a lui molto cara, per raccogliere punti importanti.  

PORTOFERRAIO (LI), 22 maggio 2018 – Il passo della Targa Florio era stato dettato dalla prudenza: dopo il finale prematuro del Rallye Sanremo Rudy Michelini ha deciso di adottare una strategia più conservativa nella difficile gara siciliana, caratterizzata anche da condizioni climatiche estremamente variabili, che hanno messo fuori gioco da subito alcuni protagonisti. Un risultato di compromesso quindi, ma che ha consentito al pilota della scuderia Movisport di capitalizzare punti preziosi e consolidare una terza posizione nella Classifica tricolore Asfalto (CIRA), che si conferma il suo primario obiettivo della stagione 2018.

Diverso invece sarà l’approccio al prossimo appuntamento di Campionato Italiano, il Rallye Elba (in programma il 25 e 26 Maggio), nell’attesissima edizione di rientro nella massima serie nazionale dopo 25 anni di assenza.  Michelini, che sarà affiancato da Michele Perna alle note sulla Škoda Fabia R5 di PA Racing gommata Pirelli – vuole infatti sfruttare al meglio la sua conoscenza dell’asfalto elbano, acquisita nelle due passate esperienze di gara, per esprimersi in modo più incisivo ed accorciare le distanze dagli avversari. 

Ho disputato il Rallye Elba due volte, anche con discreti risultati – commenta Rudy Michelini – ed è una gara molto particolare e non facile. Il fondo presenta frequenti cambi di aderenza e quindi bisogna essere pronti a variazioni repentine dello stile di guida. Inoltre il percorso dell’edizione 2018 è stato rivisto parecchio rispetto al passato e perciò sarà fondamentale anche l’esperienza di Pirelli per non fare errori. Tuttavia è un rally che amo molto, ha un fascino speciale che si avverte già quando si attracca con il traghetto a Portoferraio e si respira una boccata d’aria. A differenza della Targa Florio, dove ho cercato di non prendere rischi, all’Elba mi sento un po’ più a casa e con Michele, che torna al mio fianco dopo due gare di assenza, siamo molto motivati a fare bene e a conquistare punti importanti nell’ottica del nostro obiettivo stagionale”.

Il Rallye Elba prende il via venerdì 25 maggio alle 16:15 con la cerimonia di partenza nel centro di Portoferraio. La competizione entra subito nel vivo (17:08) con la prova speciale inedita “Porto Azzurro” (km. 14:77), la prima dei cinque tratti cronometrati previsti dalla prima sezione di gara che si concluderà alle 23:10, con il rientro dei concorrenti nel parco chiuso a Portoferraio.
Sabato 26 Maggio gli equipaggi si sfideranno, a partire dalle 9:21, in altre cinque prove speciali per completare il percorso competitivo complessivo di 151,48 km. e raggiungere poi il palco di arrivo allestito a Piazza Cavour, a Portoferraio, per la cerimonia di premiazione a partire dalle 17:25.

 

 

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi