Sale alta la tensione agonistica alla vigilia del 34. Rally Trofeo Aci Como: in palio il prestigioso titolo di Campione Italiano WRC

0
Download PDF

Su 120 equipaggi, una decina puntano alla vittoria. Meteo incerto. Ieri le ricognizioni del percorso.

pre_foto_piazzaCavour2_L (Custom)COMO – Anche quest’anno Como ha il privilegio di ospitare la gara decisiva per l’assegnazione del titolo di Campione Italiano WRC: è successo l’anno scorso con Luca Pedersoli  e Matteo Romano (Citroën) che indossarono il tricolore sul palco di una gremita Piazza Cavour, mentre Manuel Sossella e Gabriele Falzone (Ford) si aggiudicarono l’alloro nel rally lariano.  Accadrà anche quest’anno nel 34. Rally Trofeo Aci Como – FoxTown – Etv 2015 – con un duello che si annuncia palpitante e spettacolare, sia per conquistare la gara sia il campionato, lungo le sei prove speciali su asfalto tra Valle d’Intelvi, Valle Cavargna, Triangolo Lariano (oltre 100 km cronometrati). L’astigiano Alessandro Bosca (Citroën DS3 WRC), il vicentino Manuel Sossella (Ford Fiesta WRC) e il trevigiano Marco Signor (Ford Focus WRC) e l’aostano Elwis Chentre (Ford Focus) sono racchiusi in soli 13 punti.

Corrado Fontana, Nicola Arena (Ford Focus WRC #6, Bluthunder Racing Italy);

Corrado Fontana, Nicola Arena (Ford Focus WRC #6, Bluthunder Racing Italy);

Alle loro spalle, con mille motivazioni per dare l’assalto all’assoluta, figurano almeno cinque equipaggi che corrono per vincere: dal sei volte vincitore a Como Corrado Fontana (Hyundai i20 WRC) al locale Paolo Porro (Ford Focus WRC) che quest’anno ha trionfato a Genova e al Marca Trevigiana, dal protagonista del Campionato Italiano Rally Alessandro Perico (Ford Fiesta WRC) al tre volte vincitore in casa, Felice Re (Citroën DS3 WRC); prestazioni brillanti si attendono anche da altri temibili piloti locali con tre differenti auto WRC: Luca Ambrosoli (Citroën C4), Marco Silva (Ford Focus) e Luigi Fontana (Hyundai i20) che sa vantare il maggior numero di partecipazioni alla gara comasca che tanto ama.

pre_sossella_2014 (Custom)Partono nelle prime posizioni altri equipaggi che hanno tutti i presupposti di entrare nella top ten finale: Alessandro Re (Citroën DS3 R5)salito sul podio assoluto nel 2013, Alex Vittalini (Citroën DS3 R3T), Roberto Vescovi (Renault Clio R3) e tre Super 2000 con motore aspirato: sono Stefano Baccega, Ettore Catterina e Matteo Dotti. E se in classe Super 1600 lotta ravvicinata tra Massimo Fusetti (Clio) e Alessandro Muzio (Punto), tra Subaru e Mitsubishi il derby giapponese 4×4 se lo giocano Ivo Muzio e Manuel Bissa. Iscritti al Campionato Italiano WRC e pronti a gettarsi all’attacco per vincere la categoria R3, figurano cinque piloti molto promettenti: Kevin Gilardoni, Alessandro Marchetti, Manuel Lugano, Daniele Marcoccia e Ilario Bondioni. A loro si aggiungono rivali non iscritti al CIWRC, ma altrettanto veloci: Mauro Scotto, Andrea Mezzogori, Alan Ronchi. Duello interessante anche in classe R2B tra sette equipaggi veloci: Luca Fiorenti deve vedersela con Marco Oldani, Graziano Nember, “Chicco“, Francesco Monga, Giacomo Ortelli e Francesco Selva. Quattro piloti si giocano i punti pesanti di Trofeo Suzuki: sono Davide Cagni, Gianluca Saresera, Corrado Peloso e Rodrigo Gini, quest’ultimo di passaporto brasiliano ma con la famiglia d’origine di radice comasca.

In tutto 62 equipaggi con auto da rally moderne ai quali si aggiungono 4 equipaggi su vetture storiche da rally particolarmente affascinanti: due Porsche 911 di Roberto Ambrosoli e Paolo Corbellini, la Ford Escort RS di Andrea Guggiari e l’Alfetta GTV 2000 di Angelo Verdura.

Classifica Assoluta Campionato Italiano WRC Conduttori:  1. Bosca 53; 2. Sossella 45; 3. Signor 42,5; 4. Chentre 40; 5.Porro 30; 6.Vellani 12; 7.Bianco 10; 8.Alex Vittalini 9; 9.Manuel Lugano 1 punto.

A queste vetture, se ne aggiungono altre 35 auto ed altrettanti equipaggi che si contenderanno il 2° Rally Nazionale Aci Como, lungo l’arco di sei prove speciali (oltre 65 km cronometrati) tra Alpe Grande/Valle d’Intelvi, Val Rezzo e San Bartolomeo / Val Cavargna, mentre sono una ventina le auto sportive che si annunciano al via del Raduno Aci Como Storico che sta chiudendo la lista dei partecipanti al weekend motoristico con automobili dal brillante passato sportivo: tra loro stupende Lancia Rally 037, Audi Quattro, Talbot Lotus, Opel Manta GT/E, Lancia Fulvia HF.

Se l’etichetta “rally delle foglie morte” tanto piace ai fotografi, cineoperatori e spettatori alla caccia di immagini spettacolari in un contesto paesaggistico meraviglioso, qual è quello tra laghi e valli lariane, c’è un aspetto che impensierisce gli equipaggi: è il meteo e la conseguente scelta delle gomme. Nelle ore precedenti la gara pioggia abbondante è caduta lungo gli asfalti delle prove speciali di Valle d’Intelvi, Val Cavargna e Triangolo Lariano. Lo 0 termico è previsto a 1400 metri d’altitudine, dunque non riguarda le zone più alte che verranno percorse dai concorrenti. Ma la scivolosità degli asfalti sarà una costante. Le previsioni meteo in città a COMO, venerdì parlano di mattina e pomeriggio con nubi sparse ed alternanza di brevi piovaschi e schiarite; la sera coperto e pioviggini. Sabato: variabilità, nuvoloso, schiarite sparse con temperature dai 9°C alle ore 8 ai 15° C alle ore 17.  Lungo le strade in altura dove transita il rally le temperature si prevede si aggirino dai 4°C ai 10°C.  Pioggia domenica, ma la gara sarà finita.

 

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.