Sono 84 gli iscritti al 14° Rally ACI Lecco

0
Download PDF

Ottimo numero di adesioni per la corsa lecchese giunta alla quattordicesima edizione e proposta in versione nazionale. Si corre sabato e domenica tra Calolziocorte e la Valsassina: Barzio sarà il centro nevralgico della sfida. Giovedì sera la conferenza stampa di presentazione.

BARZIO (LC) – Sale l’attesa per il Rally Aci Lecco che dopo il rientro dello scorso anno ha raccolto le conferme che cercava attraverso i ben 84 equipaggi che hanno scelto di iscriversi alla corsa organizzata dalla Promo Sport Racing.

Quando si corre– Il rally partirà alle ore 17.30 di sabato 26 maggio da Barzio che quest’anno avrà il fondamentale ruolo di quartier generale della corsa. Due le prove in programma nel territorio basso provinciale con la ripetizione della confermata Calolziocorte-Carenno tanto gradita un anno fa a pubblico e partecipanti. Domenica sarà la Valsassina a catalizzare le attenzioni grazie ai tre passaggi sulle prove di Parlasco e Bellano-Casargo: quest’ultima prova sarà la più lunga della gara con ben 13,30 chilometri cronometrati sebbene la Ps4, rispetto agli passaggi, sarà ridotta a 10,40 km. L’arrivo si terrà a Barzio alle ore 18.21 di domenica 27 maggio.

Nel pomeriggio di sabato si svolgerà anche lo shake down: il tratto di strada di tre chilometri che da contrada Pennaso (comune di Bellano) conduce all’innesto con la SP 45 nel comune di Parlasco, verrà chiuso alla circolazione per consentire i test pregara con le vetture già in configurazione rally.

Le strade -solo quelle interessate dalla prove cronometrate- verranno chiuse al traffico a partire dall’ora precedente all’inizio di ogni prova e così nel dettaglio: Calolziocorte (Ps1 ore 18:30 e Ps2 ore 21:30) verrà chiusa alle 17:30 e alle 20:30. Parlasco (Ps3 ore 10:30, Ps5 ore 14:05 e Ps7 ore 17:00) verrà chiusa alle 9:30, alle 13:05 e alle 16:00. Bellano-Casargo (Ps4 ore4 10:56, Ps6 ore 14:31 e Ps8 ore 17:26) verrà bloccata alla circolazione alle ore 9:56, alle 13:31 e alle 16:26.

Iscritti– Con l’avvento della validità nazionale, l’elenco degli iscritti ha avuto un notevole incremento di qualità in termini di vetture presenti. Tra le R5 presenti è lecito pensare che tutti siano ambiziosi per puntare all’obiettivo grosso che corrisponde alla vittoria assoluta: i veloci locali Loris Ghelfi (vincitore di un rally day Valsassina 2015), Igor Memeo -al debutto in questa classe e il pluricampione locale Marco Paccagnella dovranno vedersela con due formidabili forestieri quali il valtellinese Marco Gianesini ed il camuno Ilario Bondioni senza dimenticare il possibile outsider varesino David Bizzozzero: la sfida sarà comunque un duello tra Škoda Fabia e Ford Fiesta, ormai le più gettonate tra le R5. Tra le altre iscrizioni spiccano quella del forte Antonello Paroli insieme al figlio Davide sulla Renault Clio Maxi e la Clio S1600 di Mauri (vincitore del Lecco 2017 e rientrato quest’anno con una grande prova al 1000 Miglia), Rainoldi, Fumagalli e Chiappa. In R3 l’unica vettura turbo sarà quella del pilota di casa Andrea Coti Zelati che da campione di ghiaccio e dopo il rally di Montecarlo non può certo mancare sugli asfalti amici. Ad opporsi a lui ci saranno le R3C degli orobici Lozza e Cugini, i comaschi Milani e Gandola o il piemontese Valsesia. Molto affollata come ormai prassi la R2 con 11 vetture al via tra le quali figurano le Peugeot 208 di Simone, Montagna e Brignoli, la Citroen C2 del brianzolo Pittano o la Opel Adam di Danesi.

Gli unici due equipaggi femminili presenti sono rappresentati da Sara Micheletti-Silvia Rocchi (Peugeot 208 R2 n.32) e Claudia Perego-Valentina Della Valle (Peugeot 106 Prod S2 n.92).

 

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi