Stefano Di Fulvio cala il tris: sua la 34^ Cesana Sestriere

0
Download PDF
Stefano Di Fulvio Osella Pa 9 (Sc Team Italia #1)

Stefano Di Fulvio Osella Pa 9 (Sc Team Italia #1)

SESTRIERE – È sempre lui il Re del Colle, Stefano di Fulvio che, con la sua Osella PA 9/90 si è aggiudicato anche quest’anno, per il terzo anno consecutivo, la Cesana Sestriere Trofeo Avvocato Giovanni Agnelli, organizzata dall’Automobile Club Torino, valida per i campionati Europeo e Italiano di Velocità in Salita per Autostoriche.

Di Fulvio è salito a Sestriere in 4’38”16, nuovo record personale per il pilota abruzzese (l’anno scorso il cronometro si era fermato a 4’40”06), ma che non è bastato a superare il record firmato da Andres Vilarino nel 1992: 4’32”68. Colpa delle tre chicanes di rallentamento previste dal nuovo regolamento presso l’abitato di Champlas du Col, a metà dei 10,4 km e 42 tra curve e tornati della SR 23 che divide Cesana Torinese dai 2035 metri s.l.m. di Sestriere. dietro di lui, Salvatore Riolo su Stenger Osella ES 861 con un tempo di 4’44”24 e Uberto Bonucci (vincitore delle edizioni 2011 e 2012) su Osella PA 9/90 arrivato in 4’47”28. Il gruppo dei tre ha dominato anche il 4° raggruppamento. QUARTO classificato Simone di Fulvio su Osella PA 9/90 (4’47”89); 5° Piero Lottini su Osella PA 9/90 (5’09”18); 6° Walter Marelli Lucchini SN88 (5’17”82); 7° Franco Cremonesi Osella PA 9/90 (5’19”40); 8° Edmond Guistarini su Chevron B48 F2 (5’24”26); 9° Andrea Fiume su Osella PA 8/9 (5’28”86); 10° Giuseppe Gallusi Porsche 911 SC (5’34”86).

Velocissimi anche i vincitori dei rimanenti 4 raggruppamenti. Per il primo bissa il successo dell’anno scorso Tiberio Nocentini su Chevron B19 5’42”00, davanti a Mario Sala su Porsche 906 e Angelo de Angelis su Nerus Silhouette. Nel secondo, la mancanza di Massimo Perotto ha permesso a Giuliano Palmieri su Porsche 911 di vincere con un tempo di 5’35”00 seguito da Guido Vivalda su Porsche Carrera RS e Salvatore Asta su BMW 2002 TIi. Nel terzo domina Andrea Fiume su Osella PA 8/9 (già 9° assoluto) davanti a Giuseppe Gallusi su Porsche 911 SC (già 10° assoluto) e al francese Jean Marie Almeras su Porsche 935 Turbo. Nel quinto raggruppamento, quello dedicato alle monoposto, prima piazza per Edmond Guistarini su Chevron B48 F2 (già 8° assoluto) seguito da Emanuele Aralla su F Renault Europe Alessandro Trentini su Fiat Formula Italia.

A conquistare il Trofeo Avvocato Agnelli – dedicato alla prima vettura in classifica di un marchio di FCA – è stato Fosco Zambelli su Alfa Romeo Giulia GTam (22° assoluto con un tempo di 5’51”99). A fare da apripista la protagonista dell’evento, l’Alfa Romeo 4C Spider guidata dal campione di rally Mauro Pregliasco, pilota ufficiale della Casa del Biscione negli anni Settanta e Ottanta. Oltre 270 le vetture coinvolte in questo week-end, considerando anche la Cesana-Sestriere Experience, 5° Memorial Gino Macaluso, che ha visto prendervi parte oltre 120 automobili. La “Best Car in Show” del concorso dinamico di eleganza è stata l’Alfa Romeo 1900 Sport Spider del 1954 del Museo Storico di Arese.

Classifica assoluta: 1. Stefano di Fulvio (Osella PA9/90) in 4’38″16, 2. Salvatore Riolo (Stenger ES 861) a 6.08, 3. Uberto Bonucci (Osella PA 9/90) a 9.12, 4. Simone Di fulvio (Osella PA 9/90) a 9.73, 5. Piero Lottini (Osella PA 9/90) 31.02, 6. Walter Marelli (Lucchini SN88) a 39.36, 7. Franco Cremonesi (Osella PA 9/90) a 41.24, 8. Edmond Guistarini (Chevron B48 F2) a 46.10, 9. Andrea Fiume (Osella PA 8/9) a 50.70, 10. Giuseppe Gallusi (Porsche 911 SC) a 56.70.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.