Susanna Mazzetti al debutto sulle strade bianche: al “Val d’Orcia” con l’Opel Corsa

0
Download PDF

Rimandato dallo scorso anno, il debutto sulle strade sterrate della rallista pratese avverrà questo fine settimana, con una nuova vettura ed anche con un nuovo copilota, l’esperto Alessio Pellegrini.

 5 febbraio 2019 – Susanna Mazzetti avvia la stagione con un debutto. Quello su fondo sterrato.  L’aveva promesso già lo scorso anno ma non poté farlo, di correre sulle strade bianche, un passaggio “obbligato” per un pilota da rally, nell’essenza delle corse su strada.  Quella promessa fatta lo scorso anno la rallista pratese la manterrà questo fine settimana, correndo il 10° Rally Val d’Orcia, terza prova del Challenge Raceday 2018-’19, a Radicofani, in provincia di Siena.

Gara nuova, fondo nuovo, ma anche vettura e copilota nuovi, per Mazzetti, che avrà a disposizione una Opel Corsa GSI della trentina Clacson Motorsport, sulla quale sarà affiancata dal pistoiese Alessio Pellegrini, che vanta una notevole esperienza nelle gare su terra, utile complemento quindi per affrontare la nuova esperienza al meglio possibile. Una gara che sarà certamente presa come scuola, tutto sarà nuovo, utile per acquisire esperienza di guida, che resterà sempre utile per affrontare le sfide della stagione che va ad iniziare, come consuetudine organizzata insieme al partner Luilor ed al Team Katori.

“Già lo scorso anno – commenta Mazzetti – avevo in programma di debuttare sulla terra, poi decidemmo di rimandare perché la stagione prese una piega importante per vincere il Campionato ed anche il Trofeo ACI Lucca. Ma era una voglia che mi volevo togliere, una curiosità da soddisfare, solo che per renderla possibile ci volevano tutti i presupposti giusti, ogni cosa al suo posto. Per questo ci siamo rivolti ad una squadra molto esperta di gare sterrate come la Clacson oltre a volere al mio fianco un copilota che potesse darmi indicazioni giuste dalla stesura delle note alla gestione intera di una gara su strade bianche, per cui abbiamo chiamato Alessio Pellegrini, che ha aderito con entusiasmo. Cosa mi aspetto? Nulla, solo di imparare, di fare esperienza . . . ho un po’ di timore, ma sono sicura che avrò a disposizione tutto quanto per far bene!”.

Il 10° Rally della Val d’Orcia avrà il format della scorsa edizione, con la disputa di due prove speciali da ripetere tre volte.  Sarà dunque riproposta la “piesse di Radicofani  con partenza da Ponte a Rigo, salendo sino a Radicofani, per poi tuffarsi nell’ultimo tratto in discesa fino a Caseltesta in un totale di 12,610 chilometri altamente spettacolari. Poi, al classico appuntamento con il cronometro all’ombra della Rocca di Ghino di Tacco sarà di nuovo abbinata la prova di San Casciano dei Bagni, su una strada molto stretta, che metterà a dura prova la guida per 6,480 chilometri. Ad ogni giro sarà previsto un riordino a San Casciano dei Bagni a cui seguirà un Parco Assistenza invece nella Z.I. di Val di Paglia.

Sabato 9 febbraio alle ore 19.01 avrà luogo la cerimonia di partenza ufficiale della gara dalla suggestiva Piazza S. Pietro di Radicofani, cui seguirà il riordino notturno previsto a San Casciano dei Bagni. Domenica 10 febbraio la gara, con le due “piesse” ripetute per tre occasioni ed arrivo finale, sempre a Radicofani, dalle ore 16.20.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy