Svizzeri in battaglia al rally delle Valli Cuneesi 

0
Download PDF

Foto di apertura archivio Elio Magnano; Action Race, Massimo BettiolTest Monteu Ballinari_069 (Custom)

DRONERO (CN) – Si profila battaglia accesa al 23° rally delle Valli Cuneesi, il 15 e 16 settembre nelle valli occitane intorno a Dronero (Cuneo). La gara, unico rally in terra italiana valido anche come prova del Campionato Svizzero, vedrà impegnati 15 equipaggi provenienti da oltre Valli Cuneesi 2013 Dronero foto Bettiol (Custom)confine. Le iscrizioni per gli elvetici si sono appena chiuse. Per gli italiani chiuderanno la sera di lunedì 11 settembre. L’organizzazione, lo Sport Rally Team di Carmagnola (Torino) guidato da Piero Capello, lima i dettagli della storica corsa piemontese, destinata a richiamare migliaia di appassionati nel Saluzzese.Al Valli Cuneesi, dopo 4 prove ultimo appuntamento del Championnat Suisse des Rallyes prima della Piero Capello e sindaco Dronero Livio Acchiardi (Custom)finalissima (Rallye du Valais 26-28 ottobre), gli equipaggi targati CH al vertice della classifica provvisoria si giocheranno  il tutto per tutto, a caccia di punti preziosi. A partire dall’attuale leader Sebastien Carron, in coppia con Vincent Landais su Ford Fiesta R5 (Dmax Swiss), che guida il vertice provvisorio con 133 punti, e dall’immediato inseguitore, il ticinese Ivan Ballinari (118 punti), qui navigato da Giusva Pagani su Ford Fiesta R5 miss rally Dronero 2014 (Custom)(Lugano Racing). Occhi puntati anche su Nicolas Althaus e Alain Ioset (Lugano Racing), su Škoda Fabia R5 (quarti, con 52 punti), e su Nicolas Lathion e Gaetan Lathion (Atelier de la Tzoumaz) su Peugeot 208 R2B, quinti (48 punti) nell’assoluta provvisoria e contemporaneamente alla guida del Campionato Svizzero Junior (39 punti) la cui quinta prova di calendario si disputerà proprio nella gara di Dronero come “recupero”, in sostituzione dell’annullato rally elvetico del Gottardo. Ecco quindi il Valli Cuneesi come passerella agonistica pure per la serie riservata ai talenti rallistici elvetici più verdi. Fra gli Junior alle spalle dei primi, in una manciata di punti, e tutti in gara a Dronero: Thomas Schmid e Cornel Frigoli su Renault Twingo R1B (Team Rally Top) secondi con 23 punti; Jean-Marie Renaud e Yannick Schriber su Peugeot 208 R2B (Dmax Swiss), terzi con 22 punti; Jonathan Michellod e Stéphane Fellay su Peugeot 208 R2B (Atelier de la Tzoumaz), quarti con 21 punti. Dalla Svizzera arriverà anche un concorrente per il contestuale 10° Rally storico del Cuneese, svolto sulle stesse strade ma con un percorso ridotto: l’equipaggio formato da Edy Schorno e Christoph Betschart su Ford Escort.Più gare in un unico evento, come è nello stile dell’organizzatore SRT, ultratrentennale sodalizio sportivo. Le vetture moderne saranno impegnate, oltre che nella prova “svizzera”, in una sfida di Coppa Italia. Il ValliCuneesi, lasciata alle spalle la validità per la serie IRC, costituirà quest’anno il terzo appuntamento di calendario per la Coppa Italia Rally Aci Sport (Prima Zona), campionato federale articolato su 16 gare in 4 distinte zone nazionali. Tutti i principali sfidanti sono attesi a Dronero, che si accinge all’abbraccio. In palio, poi, una serie di altri riconoscimenti, a partire da diversi Trofei monomarca (Michelin, Peugeot, Renault) per premiare specifiche performance, oltre a tre premi alla memoria (Trofeo Gianfranco Giorsetti, Trofeo GianPiero Turletti, Memorial Johnny Cornaglia). Novità, quest’anno sono previsti anche montepremi in denaro. Il percorso di gara ricalca le edizioni passate, con l’esclusione quest’anno della prova speciale di Montoso. Sono così in programma i tratti cronometrati di Montemale (12 km), Madonna del Colletto (17 km) e Valmala (20 km), tutte da ripetere, per un totale di 96 km in 6 prove speciali. Consueto fulcro logistico, la cittadina di Dronero, sede di direzione gara e sala stampa.Una girandola di occasioni trasformerà il rally nella consueta festa di piazza. Si partirà dal binomio donne e motori. Giovedì 14 settembre, dopo una giornata dedicata alle ultime ricognizioni sul percorso, in serata festa e musica in piazza a Dronero, con “Le Mondine” in concerto, e l’esibizione della Scuola Danza Valle Maira. Venerdì 15 pomeriggio, ultime ricognizioni, verifiche tecnico-sportive, test pregara a Roccabruna (ore 14,30-18,30) e passerella di presentazione degli equipaggi a partire dalle 20 in piazza Manuel. Sabato 16, gara con partenza verso le 8 e arrivo previsto verso le 19, con premiazioni in pedana. Assistenza a Villar San Costanzo e riordini a Dronero e Rossana. L’organizzazione invita il pubblico che volesse assistere, a prepararsi, prima di raggiungere i luoghi del rally, in modo da godersi lo spettacolo in piena sicurezza. Sul sito (www.sportrallyteam.it) “abbiamo predisposto – racconta il patron Piero Capello – una specifica sezione Spettatori. C’è anche una mini-guida downloadabile: orari di chiusura strade per il normale traffico, tempi dei passaggi competitivi, descrizione delle prove speciali, con una serie di dritte preziose, anche per raggiungere i migliori punti di vista fotografici, senza rischi”.

Download PDF
Condividi