Team Bassano a podio al Dolomiti Historic

0
Download PDF

Buoni gli esiti e una nuova vittoria tra le Scuderie anche dalla gara che si è corsa lo scorso fine settimana sulle spettacolari strade dolomitiche

 

AGORDO (BL) – Si è conclusa positivamente la trasferta al Rally Dolomiti Historic, valevole per il Campionato Triveneto, al quale il Team Bassano ha partecipato con ben tredici equipaggi conquistando i due gradini più bassi del podio e l’ennesima vittoria nella classifica dedicata alle Scuderie.

Con una condotta di gara incisiva ed efficace, Giampaolo Basso e Beppe Borgo hanno conquistato una buona seconda posizione assoluta aggiudicandosi la classifica di 2° Raggruppamento con la Porsche 911 RSR Gruppo 4, mettendosi in evidenza col successo parziale nella terza prova speciale. Subito dietro la vettura gemella di Agostino Iccolti e Giuseppe Ferrarelli che non hanno preso rischi eccessivi sulle prove condizionate dalle continue variazioni della situazione meteo: per loro un soddisfacente terzo gradino del podio assoluto ed il secondo di Raggruppamento e di classe “Oltre 2000” che viene interamente monopolizzata dall’ovale azzurro grazie al terzo posto ottenuto da Antonio Orsolin e Denis Azzolin anch’essi su Porsche 911 RS. In evidenza dopo il buon esordio al Campagnolo, Jacopo Rocchetto nuovamente alla guida della Porsche 911 SC Gruppo 4, il quale ben navigato da Simone Istel ha duellato a lungo per la supremazia in 3° Raggruppamento e solo un “dritto” sulla settima speciale lo ha privato di una vittoria: si consola con la seconda posizione ed un buon quinto nell’assoluta.

Gara positiva anche per la Fiat 131 Abarth di Silvio e Laura Andrighetti che agguantano la terza piazza nel 3° Raggruppamento realizzando l’ottava prestazione assoluta. Impegnati in un’avvincente sfida di classe nella prima parte di gara, Damiano Zandonà e Tania Haianes Bertasini, scivolano di qualche posizione per un problema meccanico alla loro Renault 5 GT Turbo, nel corso dell’ottava speciale ma riescono a concludere e ad aggiudicarsi comunque la Classe “A2000” e la seconda posizione di Raggruppamento. Gara sofferta, ma conclusa positivamente, anche per Gianluigi Baghin ed Elisa Cavasin penalizzati da un temporaneo problema al cambio della loro Alfa Romeo Alfetta GT con la quale riescono comunque ad aggiudicarsi la classe. Gara molto positiva per i giovani Raffaele De Biasi ed Andrea Pavan che si difendono egregiamente con la vettura meno performante al via: era infatti l’unica di serie la loro Autobianchi A112 Abarth Gruppo 1, mentre con una Gruppo 2 Diego Tarlao e Nicola Doria si piazzano secondi di classe. Gara conclusa in seconda posizione di classe anche per Egidio Lucian e Renato Resenterra in gara con una Fiat 131 Racing Gruppo 2. Non hanno invece visto il traguardo, la Lancia Stratos di Giorgio Costenaro e Sergio Marchi ferma dopo la prima prova per problemi alla trasmissione e la BMW 2002 Ti di Guido Vettore e Michele Bizzotto afflitta da problemi di alimentazione.

Allo Slalom Levico–Vetriolo, corso domenica 30 maggio, Stefano Cracco su Renault 5Gt Turbo si è classificato 25° assoluto e 3° tra le vetture storiche.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.