Terzo Rally Day “Il Grappolo” Classe A5: fra Gianuzzi e Vola è il differenziale a fare la differenza

0
Download PDF

Quattro prove sul filo del secondo rendono incandescente la lotta di classe e portano i protagonisti nelle posizioni nobili della classifica. La rottura del differenziale appieda Vola-Rivella, ma Gianuzzi-Gatto non perdono la concentrazione e chiudono a ridosso dei migliori dieci della classifica assoluta. Di Tommaso M. Valinotti. Foto ActionRace e Marco Ferrero

SAN DAMIANO D’ASTI (AT), 10 dicembre – Ha mantenuto le promesse. La Classe A 5 si presentava sulla carta come una delle più combattute e difficili da pronosticare. Come alla roulette si gioca sul rosso e nero, pari e dispari, al Grappolo si doveva giocare sul verde della Peugeot 205 Rallye di Fabrizio Vola-Luca Rivella, oppure sul bianco-rosso di quella di Massimo Gianuzzi-Antonella Gatto.  Alla fine ha prevalso il bianco-rosso, ma la competizione è stata parecchio accesa. Velocissimi con le due Peugeot 205 Rallye Gianuzzi stacca il 16° tempo assoluto rifilando 9/10 a Vola nella prova di apertura, che replica nella successiva Ronchesio con 1”2 di vantaggio passando al comando delle operazioni. Al termine del primo giro sulle prove Gianuzzi è davanti di appena 3/10 e tutto lascia presupporre che gli scambi di posizioni siano alla porta. Ed in effetti a Revigliasco è nuovamente Gianuzzi a imporsi, questa volta con il significativo margine di 3”2 che respiro alla classifica. Tutti si aspettano, memori del passaggio precedente, la risposta di Vola a Ronchesio-2, ma a staccare il miglior tempo di categoria è ancora una volta il pilota-preparatore astigiano che fa meglio di Vola per appena 2/10. Ma la notizia negativa per il pilota di Neive è che si è rotto il differenziale sulla sua verde Peugeot 205 Rallye e che in assistenza non sono in grado di sostituirlo. Fine dei giochi con Massimo Gianuzzi e Antonella Gatto che non perdono la concentrazione, vincono ancora le restanti due prove speciali e chiudono la loro gara in un ottima dodicesima posizione assoluta.

Se avvincente è stato il duello per il successo di Classe A5 non da meno è stata la sfida per il secondo gradino del podio che ha visto la Panda di Simone Calcagno-Matteo Giacchino avere ragione per appena 4”8 sulla Peugeot 106 di Mario Viotti-Enzo Colombaro, complice un dritto dell’esperto pilota astigiano nella speciale di Ronchesioproprio davanti alla casa di Beppe Massocco” reiterato da un testacoda nel successivo passaggio sulla stessa speciale che hanno fatto perdere ai portacolori dell’Eurospeed quella manciata di secondi che non sono più riusciti a recuperare anche per il buon passo tenuto dai due concorrenti di Celle Ligure della Panda.

Subito fuori dai giochi Marco Ravanale e Daniele Gaia che, oltre a inserirsi nella lotta per la classe, avrebbero sicuramente dato spettacolo in prova speciale. Ma la loro Peugeot 106 si è fermata fin dalla prima prova speciale del mattino.

  • Iscritti 5, verificati 5, classificati 3, ritirati 2.
  • Vincitori Prove speciali: 1 Massimo Gianuzzi-Antonella Gatto (1, 3); Fabrizio Vola-Luca Rivella (2)
  • Leader di classifica: 1 Massimo Gianuzzi-Antonella Gatto; 2 Fabrizio Vola-Luca Rivella; 3-6 Massimo Gianuzzi-Antonella Gatto
Download PDF
Condividi