Torchio a caccia dell’imbattibilità al Valli Cuneesi

0
Download PDF

Comincia la Coppa Rally di Prima Zona e l’equipaggio astigiano formato da Vincenzo Torchio e Mauro Carlevero è pronto a scattare sulle prove speciali della gara Occitana con la Saxo curata da Massimo Gianuzzi, per i colori di Eurospeed. Con ambizioni di ben figurare visto che nelle due precedenti edizioni Vincenzo Torchio ha sempre vinto la Classe A6 e segnato il miglior tempo di categoria in tutte le prove speciali disputate.

ASTI, 22 aprile – “Il Valli Cuneesi mi porta bene”. Lo dice Vincenzo Torchio, ma soprattutto lo dicono le statistiche. Due partecipazioni, dodici prove speciali disputate: due vittorie di classe A6, miglior tempo di classe in tutte e dodici le prove speciali. Questo il palmares del pilota astigiano, che dopo il successo nel recente Sanremo Leggenda, torna in Prima Zona a caccia del successo in Classe A6 e nella Michelin Zone Cup oltre ad un buon risultato nella classifica assoluta. Torchio sarà affiancato dal navigatore di San Damiano d’Asti Mauro Carlevero (alla sua seconda presenza alla gara Occitana), con la Citroën Saxo VTS curata da Gianuzzi Motors di Cossombrato per i colori del sodalizio astigiano Eurospeed.

Il Valli Cuneesi è una gara che mi piace molto, nella quel ho sempre fatto bene. Le prove sono belle impegnative e l’organizzazione è curatissima. Peccato che, per esigenze regolamentari, l’organizzatore abbia dovuto spezzare la Valmala in due tronconi. Personalmente preferisco le prove lunghe, dove si ha il tempo di gustare il piacere di guida. Se poi sono anche sporche, tortuose e veloci è ancora meglio” commenta il pilota astigiano. “L’impegno per la prossima edizione è di ripetere i risultati ottenuti nelle scorse edizioni, a cominciare dalle vittorie in classe e confermare quanto di buono fatto nella classifica assoluta (20° nel 2017 e 19° l’anno successivo), per prendere punti importanti per la Michelin Zone Cup che inizia proprio con la gara cuneese. Nell’assoluta sarà importante vedere l’elenco iscritti. Pur avendo circa un terzo del chilometraggio in discesa, con la mia Saxo sarà difficile competere contro le vetture R5 e WRC che hanno almeno 120 cavalli in più” analizza il portacolori della scuderia Eurospeed. “La prova nella quale sicuramente mi divertirò maggiormente è la Montemale, fantastica nel tratto in discesa nel sottobosco. La migliore di tutte, ma anche le altre prove daranno soddisfazione a chi è nell’abitacolo della vettura da rally”.

Il Rally Valli Cuneesi richiama i concorrenti sulle prove speciali giovedì 25 aprile per le ricognizioni autorizzate al volante delle auto stradali. Venerdì 26 aprile dalle ore 14.30 alle ore 18.30 saranno effettuate le verifiche sportive e tecniche a Dronero, mentre dalle ore 16.00 alle 19.00 i concorrenti effettueranno il test delle loro vetture in assetto gara (Shake Down) nel Comune di Roccabruna. La gara scatterà il giorno dopo, sabato 27 aprile, alle ore 7.31 da Piazza Manuel a Dronero per svolgersi su quattro prove speciali, ovvero Brondello (7,00 km, due passaggi), Valmala Santuario (9,90 km, tre passaggi), Lemma (5,52 km, tre passaggi) e Montemale (11,85 km, due passaggi) inframmezzate da tre riordini a Rossana e tre parchi assistenza a Villar San Costanzo. L’arrivo è previsto alle 18.31 in Piazza Manuel a Dronero. In totale sono 323,24 i chilometri da percorrere, di cui 83,96 cronometrati suddivisi in dieci prove speciali. Il 25° Rally Valli Cuneesi è la prova di aperura della Coppa Rally di Zona 1, della Michelin Zone Cup, dei Trofei Renault Corri Con Clio, R3, R3T ed assegna il Memorial Johnny Cornaglia, Gianfranco Giorsetti e Giampiero Turletti.

 

 

 

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy