Trionfo Hyundai al 14° Rally di Alba

0
Download PDF

La gara piemontese ha visto la vittoria di Craig Breen (Hyundai i20 R5) nella classifica valida per il Campionato Italiano WRC, di Huttunen (Hyundai i20 R5) nella classifica valida per la Coppa Rally di Zona ACI Sport e quella di Thierry Neuville (Hyundai WRC Plus) nella classifica riservata alle WRC Plus.Tra gli italiani Luca Rossetti (Hyundai i20 R5) migliore nel Campionato,Elwis Chentre (Skoda Fabia R5) migliore nella CRZ.

Alba (CN), domenica 2 agosto 2020 – Come da pronostici il Rally Alba, gara ormai da tempo scelta da alcuni dei migliori del mondo come test in vista dei propri obiettivi stagionali, si è conclusa con gli stranieri di fama internazionale davanti, ma con i migliori degli italiani che non hanno certamente sfigurato. In un ordine di partenza che vedeva il campione del mondo rally, Ott Tanak, gli altri due piloti ufficiali Hyundai nel Mondiale Rally Thierry Neuville e Dani Sordo, ed altre promesse del rallismo internazionale i nostri, in particolare Luca Rossetti e Corrado Fontana, i maggiori indiziati alla vittoria nel Campionato Italiano WRC, hanno risposto con una prestazione di spessore. I due infatti sono riusciti a mettere in fila tutti gli altri per questo primo round tricolore.

Tante gare nella gara in questo grande evento piemontese, con una prima parte dedicata alle vetture più evolute del mondiale, le WRC Plus, che ha vissuto sul duello tra il belga Neuville e l’estone Ott Tanak, con il giovane corso Pierre Louis Loubet e il nostro Luca Pedersoli bravissimi a non stare molto lontani dai loro tempi. Tutti e quattro a bordo di Hyundai i20 WRC Plus hanno realizzato tempi di assoluto rilievo ad ogni tratto cronometrato. A spuntarla al traguardo di questa corsa parallela al rally chiamata #RA Plus è stato l’equipaggio Neuville-Gilsoul con 22.4’’ davanti ai compagni di squadra Tanak-Jarveoja.

Sul podio finale del rally organizzato dalla Cinzano Rally Team sono saliti, l’irlandese Craig Breen, insieme a Paul Nagle davanti al finlandese Jari Huttunen, navigato da Mikko Lukka e allo spagnolo Dani Sordo con Carlos Del Barrio. Tutti su Hyundai i20 R5. Il giovane finlandese Huttunen in particolare si è messo in luce come primo dei non prioritari che ha ottenuto anche il massimo dei punti nella gara valida per la Coppa Rally di Zona, nel secondo round per la 1^Zona dopo il Rally Lana. Per quanto riguarda l’apertura del Campionato Italiano WRC i nostri portacolori, in particolare Luca Rossetti, al debutto nella gara piemontese insieme a Manuel Fenoli, è stato a lungo in lotta per il podio, mentre il comasco Corrado Fontana con Nicola Arena ha preso il passo giusto solo dopo metà gara, quando gli altri erano ormai lontani.  I due hanno così confermato le loro ambizioni nella serie tricolore. Rossetti chiude quarto assoluto e primo degli italiani con la Hyundai i20 R5; Fontana, sulla Hyundai New i20 WRC, sesto assoluto. Tra i due s’inserisce la Volkswagen Polo R5 dell’equipaggio transalpino Anthony Fotia e Michel Didier, autori di un’ottima prestazione.

Tra i driver italiani, Simone Miele navigato da Roberto Mometti su Citroen DS3 WRC segnano ottimi tempi ma sono rallentati due volte sulla prova più breve del rally, la PS “Niella-Bossolasco”, terminando così la trasferta piemontese in settima posizione assoluta. Dietro il norvegese Ole Chistian Veiby navigato da Jonas Anders Andersson con la Hyundai i20 R5, seguito dal compagno di squadra Hyundai Rally Team Italia Gregoire Munster con Louis Louka su altra coreana R5.

Nel numeroso parterre di R5, gara da incorniciare per Elwis Chentre, di nuovo in coppia con Fulvio Florean su Skoda Fabia R5. Ottimo risultato per l’aostano che oltre a chiudere la top ten assoluta ad Alba, conclude una gara importante in ottica punti per la Zona 1 Coppa Rally di Zona. Dopo la gara del Lana e questa di Alba al comando della classifica della 1^ Zona della CRZ si mantiene il biellese Corrado Pinzano, poco fortunato qui sulle strade delle Langhe, ma con buoni segnali e ulteriore preparazione in vista del resto della stagione, che porterà avanti su due fronti, CIWRC e CRZ, sulla VW Polo R5.

Tra i ritiri di rilievo alla gara inaugurale del CIWRC durante il primo tratto cronometrato per Andrea Carella e Andrea Nucita su i20 entrambi fuori già dalla prima prova speciale per una “toccata”, con la quale hanno danneggiato irrimediabilmente ruote e sospensioni. Ed amaro anche per l’atteso Alessandro Gino (Skoda Fabia R5), fermato da due forature.

Porta a termine un rally senza sbavature in classe S2000 Stefano Callegaro, affiancato da Arianna Faustini, su Peugeot 207 che mantiene le redini della classifica dopo il ritiro del rivale Armando De Filippi, su stessa vettura, durante la prima speciale.

Tra le S1600 si impone il pilota di Medesano Roberto Vescovi con la fidata navigatrice cremonese Giancarla Guzzi a bordo della Renault Clio. Anche loro lanciati per un 2020 a doppia via, nella Coppa e nel Campionato.

Nella classe R3 successo per il giovane di Sondrio Michel Della Maddalena che insieme a Federica Mauri su Renault Clio guadagna la prima soddisfazione nella battaglia di classe per il CIWRC e si porta a casa punti importanti anche per la stessa classifica della CRZ.

Per quanto riguarda la lotta nella classe R2 del Campionato si prende la vetta il francese Mathieu Franceschi affiancato da Benoit Manzo con la Peugeot 208 aggiudicandosi il miglior crono in tutte le prove.

Nella gara inaugurale per la 13esima edizione della Suzuki Rally Cup, tra la flotta di Suzuki Swift è Ivan Cominelli con Igor Fieni ad avere la meglio sulle 14 vetture del sol levante, tutte gommate Toyo Tyres. Alle spalle del driver svizzero terminano una gara bella e combattuta fino alla fine nell’ordine Giorgio Fichera, Simone Rivia, Nicola Schileo. Particolarmente avvincente il duello per il secondo posto tra il catanese e il parmense, con Fichera che riesce ad effettuare il sorpasso definitivo in classifica nella seconda parte della giornata. Vittoria amara nella Power Stage per l’esperto ligure Claudio Vallino che si trova però costretto al ritiro all’utlimo chilometro di gara per noie meccaniche.

CLASSIFICA ASSOLUTA FINALE 14.RALLY DI ALBA: 1.Breen – Nagle (Hyundai I20 R5)in 1:01’32.5; 2.Huttunen – Lukka (Hyundai I20 R5) a 8.7; 3.Sordo – Del Barrio, (Hyundai I20 R5) a 23.5; 4.Rossetti – Fenoli (Hyundai I20 R5) a 26.5; 5.Fotia,A. – Didier (Volkswagen Polo R5) a 32.2; 6.Fontana – Arena (Hyundai New I20 Wrc) a 39.3; 7.Miele – Mometti (Citroen Ds3 Wrc) a 48.0; 8.Veiby – Andersson (Hyundai I20 R5) a 55.2; 9.Munster – Louka (Hyundai I20 R5) a 1’00.8; 10.Chentre – Florean (Skoda Fabia R5) a 1’04.2.

CLASSIFICA #RA PLUS: 1.Neuville – Gilsoul (Hyundai I20 Coupe Wrc+) in 58’41.8; 2.Tanak,O. – Jarveoja (Hyundai I20 Coupe Wrc+) a 22.4; 3.Loubet- Landais (Hyundai I20 Coupe Wrc+) A 55.5; 4.Pedersoli,L. – Tomasi,A. (Hyundai I20 Coupe Wrc+) a 2’20.7; 5.Villa,M. – Michi (Ford Fiesta Wrc+) a 4’36.3; 5.Pedro – Baldaccini,E. (Ford Fiesta Wrc+) A 5’25.7.

CLASSIFICA CAMPIONATO ITALIANO WRC: 1.Craig Breen (Hyundai i20 R5) 15 pt; 2.Jari Huttunen 12; 3.Dani Sordo 10; 4.Luca Rossetti 8; 5.Anthony Fotia (VW Polo R5) 6; 6.Corrado Fontana (Hyundai i20 WRC) 5; 7.Simone Miele (Citroen DS3 Wrc)4; 8.Ole Christian Veiby (Hyundai i20 R5)3; 9.Gregoire Munster(Hyundai i20 R5) 2; 10.Elwis Chentre (Skoda Fabia R5) 1

CLASSIFICA FINALE 14.RALLY DI ALBA – CRZ ZONA 1:  1.Huttunen,- Lukka (Hyundai I20 R5) A 8.7; 2.Fotia- Didier (Volkswagen Polo R5) a 32.2; 3.Veiby – Andersson (Hyundai I20 R5) a 55.2; 4.Munster – Louka (Hyundai I20 R5) a 1’00.8; 5.Chentre – Florean (Skoda Fabia R5) a 1’04.2; 6.Pinzano. – Zegna (Volkswagen Polo R5) a 1’23.3; 7.Cantamessa – Bollito (Volkswagen Polo R5) a 2’00.9; 8.Andriolo – Menegon (Skoda Fabia Evo R5) a 2’08.5; 9.Gagliasso- Beltramo (Volkswagen Polo R5) a 2’26.7; 10.Moffett – Hayes(Hyundai I20 R5) a 3’12.7

CLASSIFICA ASSOLUTA CRZ – ZONA 1 DOPO DUE GARE: 1. Corrado Pinzano 19,5 pt; 2.Elwis Chentre 18; 3.Jari Huttunen 15 pt; 4.Anthony Fotia 12 pt; 5. Giacomo Scattolon 9 pt – 5.Ole Chistian Veiby 9 pt; 6.Marco Gianesini – 6.Gregoire Munster 7,5 pt; 7.Alberto Dall’Era 6; 8.Gianluca Varisto 4,5 pt ; 9.Roberto Vescovi 3 pt – 9. Luca Cantamessa 3 pt;10. Davide Riccio 1,5 pt- 10.Rudy

 

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.