“Tuscan Rewind” in chiaro-scuro per X Race Sport

0
Download PDF

Soltanto Casadei e Fedolfi, all’arrivo, sfortunati sia Andrea Aghini che Luca Franci. Foto di Fotosport

 MONTALCINO (SI), 28 novembre 2018 – XRACE SPORT non ha avuta la fortuna auspicata, lo scorso fine settimana al Rally Tuscan Rewind, nona edizione della gara che aveva come base Montalcino, ultima prova del Campionato Italiano Rally Terra.

Quella della X rossa era una presenza da grandi firme, alla gara senese, in primis con l’aver riportato alle gare, dopo anni uno dei grandi del rallismo italiano ed internazionale, Andrea Aghini.

Il Campione toscano era al via della gara debuttando su una Ford Fiesta R5 della HK Racing gommata DMACK, affiancato dal suo storico copilota, il ligure Dario D’Esposito e per “Ago” era il ritorno alle gare dopo l’esperienza al Rallylegend “Myth” del 2017, mentre non partecipava ad un campionato in modo regolare dal 2011, quando giunse sesto in classifica generale del Trofeo Rally Terra. Quello del “Tuscan Rewind” era un ritorno, per Aghini, avendovi già partecipato in un’occasione, nell’edizione del 2010, al volante di una Lancia Delta integrale, affiancato da Lorenzo Granai, giungendo secondo assoluto nella parte “historic” stavolta non è andata meglio, dovendosi fermare a metà gara per la rottura di un semiasse quando stava ritrovando gli equilibri e le sensazioni giuste, peraltro in una gara non facile da interpretare per via della pioggia. Notevole il “calore” percepito intorno alla partecipazione di “Ago”, dal forte interesse degli addetti ai lavori alla curiosità del tanto pubblico presente, per il quale il driver livornese è sempre un riferimento unico.

Immancabile ed anche infallibile (visto il risultato finale), la presenza di un altro driver locale, seguitissimo sulle strade amiche: Nicolò Fedolfi. In coppia con Francesco Cardinali, era al via della gara “historic” con una Lancia Delta integrale, della quale è uno dei più grandi cultori in Italia, finendo la sfida in una spettacolare quarta piazza assoluta ed a podio nel quarto raggruppamento, con la medaglia “di bronzo” dietro a “Lucky” e Bianchini.

Oltre ad “Ago” la X Rossa, nel contesto delle vetture “moderne”, era portata in gara da Gianluca Casadei, rimessosi in discussione sugli sterrati da sogno della campagna senese, in coppia con Graffieti, su una Ford Fiesta R5. Per lui un debutto su sterrato con la supercar “dell’ovale blu”, concluso con una onorevole 15^ posizione di classe.

Poi, dopo due anni di pausa, la sua ultima gara fu proprio il “Tuscan” del 2016, ha fatto il suo ritorno alle gare il senese Luca Franci, con al fianco Andrea Segir, su una Peugeot 207 S2000. Per loro era la seconda esperienza con tale tipo di vettura, avendoci corso nel 2015, finendo decimi assoluti al Rally “Val d’Orcia”. Il “Tuscan” non gli ha portato di nuovo bene: volevano riscatto dalla delusione per il ritiro di due anni fa ed anche quest’anno si sono fermati anzitempo, durante la quinta prova, a causa di una “toccata” che ha danneggiato il serbatoio di sicurezza. Sino ad allora occupavano la diciottesima posizione assoluta.

 

Download PDF
Condividi

Rispondi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy