Un calvario il doppio di Maggiora per Luciano Visintin

0
Download PDF

Il terzo e quarto round del Campionato Italiano Rallycross non sorridono al pilota di Bassano del Grappa, vittima di due toccate, mentre alla porta bussa di nuovo il CIVT. Foto Ronky

Bassano del Grappa (VI), 21 Ottobre 2020 – L’anno di debutto, a tempo pieno, di Luciano Visintin nel Campionato Italiano Rallycross sembra non essere nato sotto una buona stella, al rientro da un terzo e quarto atto della serie tricolore decisamente avaro di soddisfazioni.

Il pilota di Bassano del Grappa, alla guida del proprio kartcross Yacar, era desideroso di riscattare la precedente apparizione alla Maggiora Offroad Arena dove era stato protagonista, suo malgrado, di un weekend opaco, pesantemente condizionato dalla ruggine accumulata.

La storia si è rivelata più dura da digerire nel recente weekend, con il portacolori della scuderia Rally Team che ha dovuto alzare bandiera bianca, dopo aver dimostrato concreti miglioramenti.

Un avvio complicato durante le prove libere di Sabato 17 Ottobre, unica giornata nella quale era previsto il terzo round, per via di un setup non del tutto ottimale faceva posto ad un buon scatto nella prima heat, presto vanificato da un testacoda che allontanava Visintin dal treno di testa.

Nell’ultima gara che abbiamo disputato a Latina” – racconta Visintin – “siamo stati più volte bersaglio di altri concorrenti, nella bagarre di queste gare ci sta, ma ne siamo sempre usciti con le ossa rotte. Abbiamo vissuto una sessione disastrosa di prove libere, causata dalle modifiche che abbiamo fatto all’avantreno, rivelatesi inadeguate. Nella prima manche siamo partiti in testa ma, sul primo tornantino dopo il salto, mi sono girato ed il gruppo mi ha sfilato. Che peccato.”

La consapevolezza di aver migliorato il proprio passo emergeva nella seconda heat dove il bassanese metteva le ruote del suo Yacar davanti a tutti, ponendo la firma sulla tornata, prima di ricevere un altro regalo dalla sorte, con un concorrente che lo tamponava poco dopo il via.

 

Dopo aver regolato l’assetto” – aggiunge Visintin – “siamo riusciti ad esprimerci ad un buon livello, andando a vincere la nostra batteria ma, nella successiva, un altro colpo basso. Nella terza heat siamo partiti bene ma, al primo tornantino dopo la partenza, si è creato un imbuto ed un concorrente, dietro di me, mi è passato di sopra, piegandomi un ammortizzatore.”

 

Una sorte che vedeva Visintin sfortunato protagonista anche in semifinale.

 

Sembra quasi di avere un mirino puntato addosso” – sottolinea Visintin – “perchè, sia che partiamo davanti che nelle retrovie, accade sempre qualcosa. In semifinale siamo partiti nelle retrovie ed in un tornantino un altro contatto da dietro ha piegato l’altro ammortizzatore.”

 

Archiviato un terzo round da dimenticare molto ci si attendeva per il successivo, in programma Domenica 18 Ottobre, ma il cedimento della frizione, già nella prima heat, chiudeva la partita.

Per Visintin non è però tempo di rammaricarsi perchè il Campionato Italiano Velocità Terra è pronto ad attenderlo, i prossimi 24 e 25 Ottobre, con il terzo evento al RIORC di Ravenna.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.