Una Singer Le Mans s’impone al “Circuito di Avezzano”

0
Download PDF

Grande successo per la terza edizione del Circuito di Avezzano. Oltre trentamila in strada per ammirare bolidi d’altri tempi. Nella competizione di regolarità si impone Luigi Bottini su Singer 9HP Le Mans del 1935.

Circuito di Avezzano_Antonio Cabrini su TRiumph TR2 (Custom)AVEZZANO (AQ) – Unanimi consensi ed un plauso generale per la terza edizione del Circuito di Avezzano, manifestazione di regolarità ASI organizzata dal 26 al 28 giugno dal Jaguar Drivers’ Club Italy di Aldo Agata. Vi hanno partecipato, sotto l’attenta regia di Felice Graziani, un’ottantina di auto storiche, la maggior parte barchette, provenienti anche dall’estero. Il programma della manifestazione ha visto come momento culminante la serata di sabato con la disputa della gara di regolarità allestita su un percorso cittadino, chiuso al traffico veicolare, nel centro di Avezzano.

La popolazione ha gradito eccome, basti segnalare che ad ammirare le decine di fantastiche auto storiche sono intervenuti oltre trenta mila appassionati e curiosi. Nel confronto con il cronometro ha prevalso Luigi Bottini in coppia con Sara Di Giovanni a bordo di una Singer 9HP Le Mans del 1935. Ai posti d’onore si sono piazzati l’esperto Roberto Chiodi su MG A e Claudio Paradisi su Austin Healey 100. Numerosi i personaggi di chiara fama. Tra questi Antonio Cabrini che ha gareggiato al volante di una Triumph TR2 long door, vettura prodotta in soli 400 esemplari, e l’attrice Cristiana Capotondi presente con il compagno Andrea Pezzi. Il parco macchine è stato, come sempre, di prim’ordine. Molto fotografata l’icona di questa terza edizione: la Lancia Epsilon del 1912 in assetto corsa, portata in gara da Giuseppe Giaconia e Costanza Afan de Rivera, erede della famiglia Florio. Da rimarcare poi anche la Isotta Fraschini 8A tipo corsa del 1925 del duo Ranalletta-Cialfi e l’Itala 56/A del 1923 condotta da Francesco Battista. E poi Bugatti, Ferrari, Riley, Alfa Romeo.

Il chiaro e meritato successo del Circuito di Avezzano è passato anche attraverso il programma che ha preceduto la competizione serale. Molto apprezzato è stato infatti il tour immerso tra i paesaggi marsicani, tra le montagne del Parco Regionale del Velino-Sirente. Si è iniziato sabato mattina ripercorrendo l’ardita e spettacolare salita del Trofeo Micangeli, giungendo alla sommità del Monte Salviano; quindi si è puntato verso il caratteristico borgo di Rocca di Mezzo per un’apprezzata colazione con prodotti tipici locali ospitata presso la sede del Parco, accolti dal Presidente del Consiglio Regionale Giuseppe di Pangrazio. Ripresa la marcia si è costeggiato il massiccio del Monte Sirente per poi scendere e risalire verso il Parco eolico di Forca Caruso percorrendo la Tiburtina Valeria, porta naturale sull’altopiano del Fucino. Nel pomeriggio la carovana storica è transitata nel centro di Celano è ha concluso il confronto diurno con il cronometro presso la sede di XFUEL.

Nel pomeriggio inoltrato le auto storiche hanno poi fatto ritorno ad Avezzano dove in Piazza Risorgimento si sono messe in bella mostra per la gioia del numerosissimo pubblico accorso. Giusto il tempo di prendere respiro e, al calar della sera, è iniziata l’attesa competizione cittadina preceduta da una sfida tra giornalisti a bordo di fiammanti AMG messe a disposizione dallo sponsor L’Auto, concessionaria Mercedes-Benz. Ha prevalso, aggiudicandosi il “Telegrafo d’OroLaura Ciarallo con ai posti d’onore Claudio Sabelli Fioretti ed Oliviero Beha.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy

Some contents or functionalities here are not available due to your cookie preferences!

This happens because the functionality/content marked as “%SERVICE_NAME%” uses cookies that you choosed to keep disabled. In order to view this content or use this functionality, please enable cookies: click here to open your cookie preferences.