Colli Scalegeri Storico: Riccardo Andreis profeta in patria

0
Download PDF

203 (Mobile) Patuzzo (Custom)Vittoria del pilota di casa, dopo una lotta sul filo del decimo con Nicola Patuzzo, che paga un problema ai freni. Terzo gradino del podio per la Lancia 037 di Lucio Baggio. Foto ActionRace

MONTORIO (VR, 18 marzo) – Successo fra le storiche dei locali Riccardo Andreis-Stefano Farina, Porsche 911 RS, che sul traguardo 201 (Mobile) Baggio (Custom)di Montorio hanno ragione della Toyota Celica di Nicola Patuzzo-Alberto Martini per appena 1”1. Che la gara si sarebbe giocata sul filo del decimo lo si era capito fin dalla prima prova speciale quando Andreis e Patuzzo chiudevano con lo stesso tempo. Andreis vinceva la successiva speciale di Magrano per 9/10 e Patuzzo restituiva il favore a Bisano per 4/10 andando al riposo di metà gara con appena 5/10 di 222 Beccherle (Custom)ritardo. La ripetizione della San Cassiano vedeva la Toyota andare in crisi di freni e perdere 4”2 da Andreis. Il pilota del Team Bassano non ci stava e attaccava nelle altre due prove, specialmente nell’ultima Bisano in cui recuperava ben 3”3 ad Andreis che subiva la paura di vincere ed era estremamente attento. Fortunatamente per il pilota della Porsche il vantaggio accumulato gli era sufficiente per salire sul gradino più alto del podio.

Alle spalle dei primi due chiudeva Lucio Baggio con Corrado Ughetti che non riusciva mai ad inserirsi nella lotta per il primato con la sua Lancia 037. Quarta posizione per un determinato Gianluigi Baghin con Iside Zandonà, Alfetta GT, capace di rintuzzare gli attacchi nella seconda parte di gara del trentenne Riccardo Canteri (più giovane della sua Fiat 131 Racing) affiancato da Pierino Lesi e dell’Opel Ascona di Roberto Naclerio-Michele Bizzotto vittime di problemi di pressione pneumatici nella prima fase della gara. Franco e Luca Beccherle hanno vinto il duello tutto veronese per il primato fra le scattanti A112 Abarth, precedendo la vettura gemella di Mauro Castagna-Anna Erbisti. Dei 28 piloti delle storiche 19 hanno concluso la gara.

Classica 2° Rally Dai Colli Scaligeri (Montorio, VR – 19 marzo) – 1° Andreis-Farina (Porsche 911 RS), in 25’57”3; 2. Patuzzo-Martini (Toyota Celica), a 1”1; 3. Baggio-Ughetti (Lancia 037), a 40”4; 4. Baghin-Zandonà (Alfetta GT), a 2’12”9; 5. Canteri-Leso (Fiat 131 Racing), a 2’28”4; 6. Naclerio-Bizzotto (Opel Ascona), a 2’46”7; 7. Bottoni-Sansone (Opel Kadett GT/E), a 3’07”3; 8. Bombieri-Refondini (BMW M3), a 3’19”2; 9. Beccherle-Beccherle (A112 Abarth), a 3’42”1; 10. Castagna-Erbisti (A112 Abarth), a 3’55”6.

 

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy