Valter Toso esalta le emozioni del Carmagnola Storico

0
Download PDF

Con il contributo iconografico del reporter astigiano Valter Toso, Kaleidosweb torna sulle prove speciali del Carmagnola per scolpire nella memoria non solo le vetture che hanno dato spettacolo in gara, ma anche i paesaggi che hanno fatto da palcoscenico al rally ed hanno reso l’evento indimenticabile. Testo di Tommaso M. Valinotti, foto di Valter Toso

CARMAGNOLA (TO), 13 settembre – Il ritorno del Carmagnola, in formato storico, ha acceso gli entusiasmi e le passioni dei tanti amanti del rally che si sono riversati sulle strade delle prove speciali della gara per ammirare quelli che sono stati i grandi amori rallistici degli Settanta e Ottanta. Il far gareggiare le vetture storiche al posto delle moderne ha consentito di riappropriarsi di strade che con le top car del terzo millennio non è possibile percorrere a causa della massiccia urbanizzazione che hanno subito le zone attorno a Carmagnola.

Inoltre, la simpatia che le vetture storiche sanno suscitare ha consentito di riportare le prove speciali fin dentro i paesi, senza suscitare eccessive proteste da parte degli abitanti che nella maggior parte dei casi hanno accolto il rally come una variazione alla monotonia quotidiana. Cellarengo è stata bloccata dal rally per una bella porzione di paese, ma l’unica reazione è stata del veder riversarsi gran parte della popolazione sulla piazzetta del bar per assistere al doppio passaggio delle vetture.

Il fatto che la gara fosse riservata alle storiche ha scatenato poi l’ondata dei ricordi di chi ha qualche anno in più e la curiosità dei più giovani che si sono stupiti di quanto fossero spettacolari quelle vetture che sicuramente sono meno performanti nelle accelerazioni e nella tenuta di strada, ma danno spettacolo ad ogni accenno di curva con controsterzi e derapate che ai giorni nostri ce li sogniamo. Al successo del rally ha poi contribuito la bellezza del paesaggio circostante con i vigneti e noccioleti del Roero e gli antichi borghi con le case secolari i castelli, le chiese e le torri a fare da sfondo per delle immagini che più suggestive non potevano essere

La rassegna fotografica delle Schegge di Kaleidosweb di oggi propone le immagini di Valter Toso che ha ritrovato con entusiasmo ed inconfessata emozione gli angoli caratteristici del Carmagnola dei decenni passati, correndo veloce come un tempo fra Montà e Cellarengo, fra Monteu Roero e Pralormo e chissà altro ancora. Per dimostrarci, se ce ne fosse bisogno, che il Carmagnola è emozione, oltre che spettacolo.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy