Winners Rally Team: spettacolo e risultati al 65° Rallye Sanremo

0
Download PDF

Dei cinque equipaggi portacolori della squadra torinese, quattro vedono il podio di Corso Imperatrice a Sanremo. Gara perfetta di Canzian-Prizzon che vincono gruppo, classe e trofeo e si rilanciano nel Campionato Italiano Rally. Dopo un’escursione fuoristrada nella notte, “Mattonen”-Taglienti rientrano sabato mattina e conquistano il Gruppo N e Classe N4. Ritiro per il giovane Gianluca Luchi affiancato da Lucia Zambiasi. Nel Rally Sanremo Leggenda, Romano-Valmassoi perdono il podio di Classe R2B per appena 4/10, mentre Schenardi-Farinella tornano a casa con la coppa del secondo di Classe RS 1600.

SANREMO (IM), 14 aprile – Grandi giornate per Winners Rally Team al 65° Rallye Sanremo e al contemporaneo 10° Sanremo Leggenda dello scorso fine settimana, con gli equipaggi della scuderia torinese che centrano (quasi) tutti gli obiettivi che si erano prefissi. Gara perfetta di Riccardo Canzian-Andrea Prizzon che colgono il 14° posto assoluto con la Clio R3T curata dalla Gima Autosport di Predosa (AL), ma soprattutto conquistano il successo fra le Due Ruote Motrici e nel Trofeo Clio R3 Top, oltre alla vittoria di Classe R3T. “Dovevamo recuperare i punti persi al Ciocco per una foratura e il Sanremo diventava una gara fondamentale per il proseguimento della stagione” commenta Canzian sul palco di Corso Imperatrice davanti al Casinò di Sanremo. Canzian-Prizzon hanno iniziato il rally venerdì pomeriggio 13 aprile con buon ritmo, condito da un piccola dose di doverosa prudenza, nell’insidiosa speciale di apertura, la prova spettacolo di Portosole, dove siglano il secondo tempo di categoria, ripromettendosi di passare all’attacco nelle prove successive. La situazione, però, cambia repentinamente sulla prima prova “vera” della giornata “Vignai”, quando il loro avversario in gara e campionato fora lasciando per strada oltre quattro minuti di vantaggio all’equipaggio piacentino. “Dopo Vignai è cambiata la situazione tattica. Il nostro compito era arrivare alla fine vincendo Due Ruote Motrici, Trofeo Clio ed anche la Classe R3T. Per fare ciò dovevamo mantenere la concentrazione che si ha quando si viaggia forte, senza però commettere il minimo errore, che avrebbe compromesso in un attimo tutto il vantaggio acquisito” sottolinea Canzian. La prima giornata di prove è stata caratterizzata dall’asfalto umido, con pericolosi rivoli di acqua che tagliavano la strada, e dalle due prove in notturna. Canzian-Prizzon chiudono la tappa in 15esima posizione assoluta, primi di Classe, Gruppo e Trofeo, con un vantaggio di 58” sul più vicino degli avversari, ma soprattutto con quasi quattro minuti sul loro punto di riferimento nella classifica di Campionato Italiano Rally e Trofeo Clio R3 Top.

Sabato 14 aprile si corre sotto il sole, a volte oscurato da nuvole di passaggio; i concorrenti si spostano nell’entroterra di Imperia per quattro prove speciali, Testico, San Bartolomeo e Colle d’Oggia, oltre alla speciale finale che riunisce in un sol fiato le tre prove del passaggio precedente per 34,45 km da percorrere tutti d’un fiato. Ancora una volta Canzian-Prizzon adottano la tattica del giorno precedente: passo deciso senza prendere rischi, lontano dalle insidiose pietre che sporgono dalla montagna a bordo strada, concentrazione massima. E alla fine la classifica dà loro ragione. Salgono sul podio finale da vincitori di Classe, Gruppo e soprattutto Trofeo Clio R3 Top e Due Ruote Motrici, un risultato che li rimette in gioco per entrambe le classifiche cui punta l’equipaggio portacolori del Winners Rally Team. Infatti, dopo il 65° Rallye Sanremo Riccardo Canzian raggiunge al comando Ivan Ferrarotti nella classifica CIR Due Ruote Motrici, prende il comando fra gli Junior Due RM ed avvicina decisamente il leader nel Trofeo Clio R3 Top.

Gara dal doppio volto per “Mattonen”-Giulia Taglienti che affrontavano per la prima volta le difficili strade del Sanremo con la loro Mitsubishi Lancer EVO. Dopo un’accorta prima prova nel toboga di Portosole (dove era difficile inserirsi negli stretti tornanti con la voluminosa “Mitsu”), “Mattonen prendeva il ritmo nelle successive Vignai e San Romolo, preparandosi ad affrontare la MiniRonde notturna in 19esima posizione assoluta, guidando Gruppo N e Classe N4. Ed era proprio la MiniRonde a tradire l’equipaggio portacolori di Winners Rally Team. Affrontando una curva a destra “Mattonen” ha chiuso troppo la traiettoria mettendo la ruota in una canalina che ha fatto da perno strappando l’intera sospensione costringendo il pilota della Mitsubishi a fermarsi senza concludere la prova speciale.

Sabato, dopo una notte di lavoro dei meccanici, rientrati con il SuperRally, “Mattonen”-Taglienti hanno iniziato una buona rimonta che li ha portati a chiudere il 65° Rallye Sanremo in 39esima posizione assoluti, grazie ai buoni tempi segnati nelle prove dell’entroterra imperiese (22esimi assoluti a Testico) festeggiando sul podio di Sanremo con la coppa della vittoria in Gruppo N e Classe N4. Grazie al risultato del Sanremo “Mattonen”-Taglienti prendono il largo nella Classifica riservata alle vetture Gruppo N nel Campionato Italiano Rally.

Gara sfortunata invece per il giovane figlio d’arte Gianluca Luchi, affiancato dall’esperta Lucia Zambiasi, per la prima volta al volante della Renault Twingo R1. Dopo un buon inizio, impostato sul ritmo per prendere confidenza con l’utilitaria francese, il giovane figlio d’arte lombardo è incappato in una buca nella prova di Monte Bignone che ha strappato una ruota della Twingo costringendo Luchi-Zambiasi ad arrendersi e abbandonare la competizione.

Nel 10° Rallye Leggenda erano presenti due equipaggi del Winners Rally Team. Sono entrati fra i migliori dieci della classifica finale Dino Romano-Paola Valmassoi che portavano al debutto italiano la loro Ford Fiesta R2, una delle vetture protagoniste del mondiale rally. “La gara aveva innanzitutto lo scopo di adattare la berlinetta inglese alle specifiche italiane. Rispetto al mondiale, per cui è stata realizzata, le prove italiane sono decisamente diverse, sia per tipologia di asfalto sia per conformazione delle strade” commenta il pilota-preparatore torinese a fine gara. Dopo un buon inizio in cui Romano-Valmassoi occupavano la nona posizione assoluta, settima di Gruppo R e terza di Classe R2B, l’equipaggio è tornato a Sanremo per l’assistenza di metà gara prima di affrontare le ultime tre prove già percorse nel passaggio mattutino. “Purtroppo abbiamo imboccato una direzione sbagliata ed invece di migliorare abbiamo peggiorato l’assetto. Cose che capitano quando si è alla prima uscita della vettura”. Così facendo sulla Colle d’Oggia finale Romano-Valmassoi hanno leggermente peggiorato il loro tempo mattutino, perdendo una posizione in classifica assoluta e il podio di Classe R2B per appena 4/10. “Una vera disdetta perdere la posizione che avevamo mantenuto per tutta la gara. Per un distacco infinitesimale. Un vero peccato. Le note positive vengono però dal fatto di aver scoperto che la Fiesta R2B è una vettura sincera ed interessante, che siamo riusciti a capire e sviluppare in vista dei futuri impegni. Inoltre mi sono divertito moltissimo e questo, se vogliamo, è la nota più interessante in una giornata decisamente positiva”.

Situazione opposta, con uguale divertimento, per Fabrizio Schenardi-Fabio Farinella che si sono presentati al via con una Volkswagen Polo di Categoria Racing Start. Dopo essere stati sul terzo gradino del podio per tutta la gara nella finale Colle d’Oggia, con un balzo felino, sono riusciti a sopravanzare per 6/10 i loro avversari diretti di tutta la gara. E portare a casa una coppa più grande.

Download PDF
Condividi

I Commenti sono Chiusi

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo cookie tecnici e cookie di parti terze. Privacy