15° Ronde del Canavese, Classe A5: Panda panzer sulla Pratiglione

Nonostante un brivido finale Deandreis-Gatto riescono a imporsi dopo una lotta che nelle prime prove è vissuta sul decimo di secondo. Di Tommaso M. Valinotti. Immagini Foto Magnano

RIVAROLO (TO), 28 febbraio – Classe combattuta con una variegata serie di vetture (una Panda, una MG Rover ZR e tre Peugeot 106) che arride all’agilissima Fiat Panda dei biellesi Davide Deandreis-Enrico Gatto che però devono sudare per ottenere il successo finale, chiudendo con un buon cinquantesimo posto finale. Che la gara si presenti particolarmente calda lo si capisce quando Mario Viotti-Enzo Colombaro (MG Rover ZR) fermano i cronometri con lo stesso tempo al decimo di secondo di Alessandro Ferro-Giorgia Colla (Peugeot 106). Non che Deandreis sia distante visto che paga ai due primatisti appena 3/10 che lo lasciano in piena battaglia per il successo. E che abbia intenzione di prendere il comando delle operazioni Deandreis lo dimostra vincendo la seconda prova, passando al comando della categoria, anche se Ferro paga appena 1”9 e Viotti è più staccato con un ritardo di 9”2 in classifica generale.

La svolta la dà la terza prova con Deandreis-Gatto ancora una volta primi (migliorandosi di 2/10 rispetto al passaggio precedente), Viotti a 12”2 e Ferro che compie un testacoda che ferma la sua 106 in direzione opposta a quella di marcia. Fra manovra e ripartenza se ne vanno 23”9 che lo escludono dai giochi per la vittoria, ma non per quelli del secondo posto, visto da Viotti lo dividono appena 4”1. Ma nell’ultima prova l’astigiano della MG Rover fa appello a tutta la sua esperienza e sigla il miglior tempo di classe consolidando la sua seconda posizione in classe, finendo la speciale con 3”4 su Deandreis (che vivono un brivido freddo con l’impianto elettrico che va in tilt in partenza speciale e i fari che risorgono dopo 1,5 km) e 5”3 su Ferro che probabilmente non vuole più rischiare per un semplice secondo posto. Alla fine Deandreis-Gatto si impongono con 18” netti su Viotti-Colombaro e 27”4 su Ferro-Colla. La quarta posizione va ai tenaci genovesi Nicolò Franca-Alessia Beroldo nonostante un problema alla frizione dalla terza prova in poi, che sopravanzano di una dozzina di secondi Marco Di Tria-Massimo Polcino.

  • Iscritti 5, verificati 5, classificati 5, ritirati 0.
  • Vincitori Prove speciali: 2 Viotti-Colombaro (1, 4); 2 Deandreis-Gatto (2, 3) 1 Ferro-Colla (1)
  • Leader di classifica: 1 Viotti-Colombaro (1, 4) e Ferro-Colla (1); 2-4 Deandreis-Gatto.