3° Rally Storico Costa Smeralda: Bonnet e Bentivogli i vincitori delle 2 regolarità

Successo nella gara a media valida per il Tricolore va a Bonnet e Solomatina su Lotus Elan  mentre sono Bentivogli e Marani su Fiat 124 Abarth a vincere nella “sport”. Foto Max Ponti

Porto Cervo, 18 ottobre 2020 – Sono state due “spider” a primeggiare nelle gare di regolarità sport e a media abbinate al Rally Storico Costa Smeralda, svoltosi a Porto Cervo nelle giornate di venerdì 16 e sabato 17 scorsi.

Nella gara a media, valevole quale secondo appuntamento del Campionato Italiano Regolarità a Media, la vittoria è andata all’equipaggio svizzero della Lotus Elan in versione spider, di Christian Bonnet ed Elena Solomatina. Il duo della Scuderia Grifone ha preso il comando della gara sin dalle prime battute e mantenuto fino alla fine della prima tappa; passati momentaneamente in seconda posizione nella quinta prova, hanno prontamente ristabilito l’ordine e difeso il primato sino alla fine avendo la meglio sull’Audi 80 Quattro dei campioni uscenti Maurizio Vellano e Giovanni Molina, secondi con 19 penalità di distacco. Sul terzo gradino del podio l’Autobianchi A112 Abarth di Massimo Dell’Acqua e Mariarosa Vicari. Quarta in classifica la Fiat 124 Abarth di Maurizio Verini ed Alberto Bonamini e in quinta posizione hanno chiuso Luigi Palazzi e Cristiano Androvandi su Opel Kadett GT/e.

 

Dieci gli equipaggi in gara nella “sport” che proponeva otto prove cronometrate, al termine delle quali si sono imposti con largo margine i portacolori del Racing Team Le Fonti, Marco Bentivogli e Andrea Marani su Fiat 124 Abarth; fratello di Bruno che era impegnato nel rally storico, Marco è stato autore di una gara condotta dall’inizio alla fine totalizzando 89 penalità e staccando di ben 219 i secondi classificati Paolo Masuri e David Pili con la Citroen Visa Trophèe; a completare il podio, i giovani Enrico Pes di San Vittorio e Nicola Romano su Opel Kadett GT/e. Ai piedi del podio la Renault 5 Alpine dell’esordiente Massimo Pusceddu in coppia con Francesco Pirisi e la top five viene completata dall’Opel Manta 200 di Salvatore Cansella e Ugo Valdarchi.