80 equipaggi partono stasera per il 1° Rally Cefalù Città Turistica e l’Historic Rally Cefalù

Pronostico favorevole per le Skoda R5 di Runfola e “Pinopic” e per la Porsche di Angelo Lombardo tra le “storiche”

CEFALU’ 19 marzo 2022 – Saranno 80 gli equipaggi che oggi, con inizio alle ore 18, daranno vita alla prima edizione del Rally Cefalù Città Turistica e dell’Historic Rally Cefalù, gare di apertura della stagione rallystica isolana. Stamattina, sul lungomare della cittadina Normanna, dal quale partirà la gara, si sono infatti svolte le operazioni di verifica degli 84 equipaggi inizialmente iscritti, 52 tra le moderne e 32 tra le autostoriche. Tra le quattro defezioni (3 tra le moderne e solo una tra le storiche) da segnalare quella di Alessio Profeta , che avrebbe dovuto partecipare con Renalult Clio S1600, colpito da un lutto famigliare.

Fin dallo shakedown svoltosi su un tratto della Cefalù-Gibilmanna appare chiaro che la lotta per la vittoria è ristretta alle due Skoda R5 di Marco Runfola, in coppia con la moglie Corinne Federighi e del madonita “Pinopic”, in coppia Miriana Gelasi, mentre per l’ultima posizione del podio e per quelle subito sotto, ci sarà una dura contesa tra  le Mitsubishi Lancer Evo IX dei cefaludesi Antonio e Mattia Provenza e dell’ex formulista Giuseppe Termine, le Clio di Filippo Vara, Gianfilippo, e Pizzo e le Peugeot 208 di Damiani e Cannino.

Pronostico praticamente a senso unico per l’Historic Rally Cefalù con la Porsche 911 di Angelo Lombardo, reduce dalla brillante vittoria, con Roberto Consiglio al suo fianco,  nella prima prova del Campionato Italiano Autostoriche. Il portacolari del del Team Guagliardo ha svettato anche nello shakedown, ma la BMW M3 di Pierluigi Fullone gli è subito alle spalle e certamente le altre Porsche 911 di “Gordon”-Cicero, Picciurro-Picciurro, Orestano-Orestano e Mannino-Giannone, non staranno a guardare. Da sottolineare anche il debutto di Musso con una Porsche che fu del nonno Antonino Guagliardo, il ritorno dell’Ascona 400 degli Altopiano e la presenza della Opel GT di Francesco Mannino, anch’egli reduce dalla bella prestazione del Valli Aretine.

“Speriamo che il tempo tenga – ha detto Eros Di Prima, organizzatore dei due  Rally, mentre osservava il cielo plumbeo sopra Cefalù – in modo da consentire al pubblico di godersi lo spettacolo che daranno questi 80 equipaggi”.

Tra gli apripista dei due rally ci saranno Marco Pollara, fresco campione siciliano rally, e Totò Zambuto con Giulia Pernice, campionessa italianni rally femminile nel 1979.

I due rally scatteranno dal Lungomare Giardina alle ore 18 per tornarvi, domani , alle 18,15 dopo 273 km di gara. Teatro delle ostilità saranno la “mitica” prova “Ferla” di 6,5 km, che aprirà le ostilità il sabato pomeriggio subito dopo il via e che sarà affrontata solamente una volta, l’altrettanto nota “Cefalù” di 7,900 km e la “Pollina”, di 8,6 km, entrambe da percorrere tre volte nel corso della domenica, per un totale di 56 km di settori cronometrati.

Il Rally Cefalù Città Turistica è iscritto al Calendario Acisport Rally Nazionali, mentre l’Historic Rally Cefalù sarà valido per il Campionato Regionale Rally autostoriche. La manifestazione si svolgerà nel pieno rispetto delle del protocollo per il contrasto ed il contenimento del virus Covid-19 emanato da Acisport.