Al Bassano Avbelj vuole raddrizzare la stagione

L’International Rally Cup volge al termine ed il Mundialito Triveneto potrebbe ancora regalare il titolo di vice campione, grazie alla matematica che tiene in vita lo sloveno. Foto Mario Leonelli

Maser (TV), 18 Ottobre 2021 – Una cosa è certa, al via dell’imminente Rally Città di Bassano, ovvero che la campagna di Boštjan Avbelj nell’International Rally Cup si è rivelata ben più avara di quanto chiunque potesse immaginarsi, in seguito alla brillante vittoria in quel del Piancavallo.

Dopo aver letteralmente dominato in terra friulana, in condizioni al limite dell’impraticabilità, il pilota sloveno si è visto sfortunato protagonista di due passi falsi, al Taro ed al Casentino, quando era in piena lotta per il successo, perdendo punti preziosi per la rincorsa al campionato.

Archiviato un Appennino Reggiano nero, per l’intero ambiente, si arriva quindi al Mundialito Triveneto, uno degli appuntamenti più sentiti ed ambiti dell’intero nord est rallystico e non solo.

Con Avbelj tagliato ormai fuori dal primato nella serie la matematica può giocare ancora a suo favore e, sfruttando il coefficiente maggiorato a quota 1,5, potrebbe consentirgli di chiudere in bellezza e di centrare addirittura la seconda piazza, al termine della due giorni vicentina.

Attualmente il portacolori di Xmotors Team occupa infatti la piazza numero cinque, accusando un ritardo di soli 30,75 punti da Rovatti, quest’ultimo alle spalle del capo classifica Miele.

Un divario colmabile e che potrebbe tradursi in un potenziale titolo di vice campione, in grado di raddrizzare un’annata che, dopo il via, aveva dato linfa vitale ad importanti ambizioni.

Siamo al Bassano, ultimo atto dell’IRC” – racconta Avbelj – “ed abbiamo ancora la possibilità matematica di ottenere la seconda posizione assoluta nel campionato. Siamo ancora nel gioco e cercheremo di dare il massimo per recuperare quanti più punti possibili. Siamo pronti al via.”

Un contesto, quello all’ombra del Ponte Vecchio meglio noto come Ponte degli Alpini, che riporterà la punta della scuderia di Maser al suo esordio assoluto in Italia, risalente ad un Bassano targato 2019 dove firmò una spettacolare seconda posizione assoluta.

Il Bassano è una gara leggendaria” – sottolinea Avbelj – “e sono molto felice che faccia parte di questa stagione nell’IRC. Questa fu la mia prima gara in Italia, nel 2019, e finì con la seconda posizione assoluta. Ho bellissimi ricordi di questa gara e non vedo l’ora di ritornare.”

Parzialmente rivisitata, rispetto alla passata edizione, il Città di Bassano 2021 metterà sul piatto sette prove speciali, la prima da affrontare nel tardo pomeriggio di Venerdì 22 Ottobre.

La rispolverata “Rubbio” (7,34 km), anche ultima dei due giri in programma al Sabato, sarà preceduta dalla “Valstagna” (11,84 km) e dalla “Cavalletto” (22,93 km), da ripetere due volte.

Ad affiancare Avbelj, sulla Skoda Fabia R5 Evo di MS Munaretto, ci sarà Damijan Andrejka.

Avendo già corso qui in passato” – conclude Avbelj – “diventerà un po’ più semplice per me, rispetto alle altre gare corse quest’anno nell’IRC. Conosco già due prove speciali, avendole fatte nel 2019. Grazie ad Xmotors Team ed a MS Munaretto per il supporto in questo 2021.”