Al Vipavska Dolina Crozzoli torna al volante

Archiviata una lunga sosta, durata due anni, il pilota di Maniago, portacolori di Rally Team, ha dato il via alla sua trentesima stagione, targata Alpe Adria Rally Cup. Marco Crozzoli, in azione immagine a cura di Assale Nord,

Rosà (VI), 12 Aprile 2022 – Un rientro da uomini veri, quello che ha visto protagonista Marco Crozzoli in un Rally Vipavska Dolina pesantemente bersagliato da avverse condizioni meteo.

Tra pioggia e neve il pilota di Maniago, alla guida della sua intramontabile Opel Astra GSI gruppo A, ha concluso la due giorni slovena incamerando i primi punti per un’Alpe Adria Rally Cup che lo vedrà protagonista per l’intero calendario 2022, a difesa dei colori di Rally Team.

Oltre all’evento di apertura, di Venerdì e Sabato scorsi, l’ex poliziotto friulano sarà della partita anche nei successivi Rally Piancavallo (14 e 15 Maggio), Hirter Rally St. Veit (17 e 18 Giugno), Rally Città di Scorzè (5 e 6 Agosto), Mühlstein Rally (12 e 13 Agosto), Rally Kumrovec (9 e 10 Settembre), concludendo con il Rally d’Autunno (9 e 10 Settembre) a decretare vincitori e vinti.

Una serie, quella mitteleuropea, che si snoderà tra la Slovenia, l’Austria, la Croazia e l’Italia, nella quale saranno considerati utili i migliori cinque risultati sui sette eventi in programma.

Sono un poliziotto in pensione da un paio di mesi” – racconta Crozzoli – “mentre il mio piede lo è da qualche anno in più. Sarà la mia decima partecipazione all’Alpe Adria Rally Cup, campionato che ho già vinto nel 2012, e festeggerò contemporaneamente i miei trent’anni al volante in gara. Grazie a Rally Team ed a tutti i partners che mi hanno sostenuto per il rientro.”

Affiancato da Fabio Treccani, per la prima del trentennale, Crozzoli affrontava con cautela la speciale spettacolo del Venerdì sera, resa particolarmente insidiosa dalla pioggia, e concludeva la prima frazione all’undicesimo posto di classe 7, ottavo assoluto tra gli iscritti all’AARC.

Rotto il ghiaccio il portacolori della scuderia di Rosà dava vita ad una bella rimonta, sin dalle prime battute del Sabato mattina, passando dall’ottantesima piazza nella generale alla sessantasettesima, nono di classe 7, dopo la doppia tornata su “Višnje” e “Planina”.

Il cambio repentino delle condizioni, con l’arrivo di un vento incredibile e della neve in quota, costringeva gli organizzatori ad annullare completamente una prova speciale, riducendo la seconda metà di giornata ai due soli giri su una “Žablje” che permetteva a Crozzoli di recuperare ulteriore terreno, chiudendo cinquantanovesimo assoluto, ottavo di classe 7 e settimo tra gli iscritti alla serie, incamerando punti utili in vista del ritorno nel suo Piancavallo.

Un bottino che lo candida anche tra i favoriti al Challenge Internazionale Polizie Europee.

Questo Vipavska Dolina è stata una gara sacrificata per noi” – aggiunge Crozzoli – “perchè tornare a correre, dopo due anni di stop, e trovarsi in mezzo a pioggia, vento e neve non è stato semplice. Abbiamo migliorato sensibilmente, abbassando anche di venti secondi i nostri parziali, quindi direi che un po’ di ruggine l’abbiamo tolta. Vorrei ringraziare Fabio, navigatore di Brescia con il quale mi sono trovato davvero molto bene. Speriamo di poter continuare assieme in questo 2022. Dedico questo rientro a mia mamma che, dopo un anno e mezzo di sofferenza, mi ha lasciato ed è andata a fare compagnia a papà. Sono certo che ci hanno protetto da lassù, in più di una occasione. Grazie ai gemelli Marini, a mio figlio Emmanuel ed a Stefano.”