Appuntamento al 2-4 settembre: ecco il Rally 1000 Miglia 2021

Percorso rinnovato e Headquarters a Montichiari. Power Stage d’apertura a Botticino più tre prove speciali da ripetere per due volte: “Pertiche” la prova regina.

26.07.2021 – È stata presentata lunedì 26 luglio nella suggestiva cornice di Villa Mazzucchelli a Ciliverghe di Mazzano, la 44^ edizione del Rally 1000 Miglia, l’evento organizzato dall’Automobile Club Brescia che dopo lo stop forzato a causa della pandemia, ritornerà quest’anno dal 2 al 4 settembre, come appuntamento del calendario valido per il Campionato Italiano Rally Sparco a otto anni dall’ultima volta, come Coppa Rally di Zona, R Italian Trophy, Michelin Zone Rally Cup e come round del Trofeo GR Yaris Rally Cup, Clio Trophy Italia e Suzuki Rally Cup.
Erano presenti il Presidente dell’Automobile Club Brescia Cav. Aldo Bonomi, il Direttore Iacopo Franco Dambrosio e i rappresentanti dello staff organizzatore tra cui Giuseppe “Pedro” Peli e il safety manager Michele Ferrari. È intervenuto alla presentazione anche il pilota bergamasco Alessandro Perico, ultimo vincitore del Rally 1000 Miglia con validità di Campionato Italiano Rally nell’edizione 2013.

La gara si svolgerà da giovedì 2 a sabato 4 settembre, con l’azione sportiva concentrata nelle giornate di venerdì 3 e sabato 4 settembre, e godrà del prestigioso Patrocinio e contributo di Regione Lombardia, del supporto di Sara Assicurazioni, Sisem Srl e Trony Desenzano e della collaborazione dei comuni di Barghe, Botticino, Capovalle, Idro, Montichiari, Mura, Pertica Alta, Pertica Bassa, Provaglio Valsabbia, Vestone e Vobarno oltre che della Provincia di Brescia.

Rispetto alle ultime edizioni, l’Automobile Club Brescia ha ridisegnato in maniera sostanziale il percorso per rispettare le normative della Federazione che, a seguito dell’emergenza sanitaria, hanno rivisto la logistica degli eventi per renderli più snelli e compatti. Gli headquarters, cuore pulsante dell’evento con Direzione Gara, Sala Stampa, Centro Accrediti, Riordini e Parco Assistenza, saranno allestiti al Centro Fiera Montichiari che ospiterà anche partenza e arrivo della gara.

Venerdì 3 l’interesse mediatico si sposterà sulle Cave di Marmo di Botticino, scenario particolarmente suggestivo che ospiterà sia la SPS1 trasmessa in diretta TV da ACI Sport TV come Power Stage del 44° Rally 1000 Miglia che uno spettacolare controllo a timbro all’interno delle cave dell’azienda Fassa Bortolo che sancirà di fatto l’ideale start della gara. Una location scelta per la sua bellezza e per la forte connotazione territoriale in un’edizione che, per una lunga serie di motivi, vuole portare la brescianità ad essere nuovamente protagonista del principale palcoscenico tricolore.

Dopo questo prologo il Rally 1000 Miglia 2021 scoprirà le sue carte nella lunga tappa di sabato, con tre prove storiche che andranno a comporre il puzzle dell’azione agonistica. Aprirà “Provaglio Valsabbia”, con i suoi 10.16 chilometri, seguita dalla “Moerna” in versione da 15.95 chilometri e quindi la lunga “Pertiche” che alla luce dei suoi 19.53 chilometri sarà la prova regina dell’evento. I concorrenti faranno quindi ritorno al Centro Fiera di Montichiari per il parco assistenza di metà giornata e torneranno poi in montagna per il secondo giro sui medesimi tratti cronometrati.
L’arrivo, a Montichiari, è previsto a partire dalle ore 17:51.

“È un grande piacere ritrovarsi qui per la presentazione ufficiale del 44° Rally 1000 Miglia – ha commentato il Presidente dell’Automobile Club Brescia Cav. Aldo Bonomi – e l’emozione è ancora più sincera perché in questo contesto tornare alla nostra gara più importante è una soddisfazione come appassionati, come sportivi e soprattutto come bresciani. Lo staff sta lavorando a un evento davvero interessante che raccoglie il testimone della nostra tradizione rallystica con prove storiche senza dimenticare interessanti novità, una su tutte la prova spettacolo di Botticino che porterà la sfida in uno scenario di grande livello”.

“Un ringraziamento importante – ha aggiunto il direttore Iacopo Franco Dambrosio – va alle autorità locali e alle Forze dell’Ordine coinvolte con le quali dialoghiamo continuamente già dallo scorso anno quando abbiamo dovuto fermare la macchina organizzativa a pochi giorni dalla conferenza stampa di presentazione. Essere qui dopo un anno intero è il primo risultato di questa 44^ edizione e speriamo davvero che l’affetto dei piloti e dei team sia importante per poter continuare ad onorare l’importante tradizione sportiva che da sempre contraddistingue il nostro sodalizio”.