Araldo, Gagliasso, Chentre. Il podio 2020 rinnova il duello al Rally Città di Torino

130 gli equipaggi al via nel Rally moderno. Una  quarantina le vetture nel Rally Storico valido per il CRZ. Per il secondo anno anche la Regolarità Sport. Foto Rolling Fast Photography

La parola passa finalmente alla strada. A quei pezzi di asfalto che disegnano le valli del torinese che anno dopo anno aggiungono un capitolo nuovo nella storia del Rally Città di Torino. Monastero, Mezzenile e l’immancabile Col del Lys diventato l’emblema indiscusso di questa competizione. Sarà questo il palcoscenico ideale per una due giorni di alto livello.  Il mese di Settembre si apre quindi all’insegna dello sport e dei motori per le valli di Susa e di Lanzo. L’appuntamento promosso dalla Rt Motorevent valido per la Coppa Aci Sport di zona assume un importanza rilevante ai fini di una intera stagione. E’ infatti il quarto dei cinque previsti a calendario e proprio dalla competizione all’ombra della Mole potrebbero arrivare verdetti importanti in prospettiva della finale di Modena a fine ottobre. L’appuntamento sabaudo giunto alla sua 36° edizione ripropone identica la sfida che ha caratterizzato l’edizione 2020 con Araldo, Gagliasso e Chentre pronti a giocarsi ogni chance. Proprio quest’utlimo dopo il successo al Rally Grappolo, il secondo posto al Rally Lana e la vittoria nella classifica Crz ad Alba, ha la possibilità di staccare il pass definitivo per aggiungere un’altra soddisfazione nel suo già prosperoso palmares. Gli avversari tuttavia non scherzano. E anche il “Città di Torino 2021” propone un elenco partenti di grande livello. Il valdostano avrà al suo fianco come al solito Fulvio Florean e saranno al via sulla Skoda Fabia del team D’Ambra. Jacopo Araldo dopo la parentesi al “Vigneti Monferrini” di inizio Agosto con Daniele Araspi, ritorna con Lorena Boero anche loro sulla vettura Ceca curata da Balbosca con la quale conquistarono il successo assoluto lo scorso anno. Anche Patrick Gagliasso e Dario Beltramo al momento secondi nella classifica generale del trofeo di zona, fanno parte della lista degli osservati speciali e saranno in gara anche loro sulla Skoda della Roger Tuning. Una ventina la vetture della classe R5 fra le quali figurano oltre alle due Polo di Stefano Giorgioni e Cosimo Longo e di Angelo Morino e Igor D’Herin, una folta rappresentanza Skoda con i biellesi Corrado Pinzano e Marco Zegna ,  Ivan Paire e Marco Pollicino,i toscani Federico Santini  e Gabriele Romei,.  Franscesco D’Ambra e Federico Boglietti,  Gianluca Tavelli e Nicolò Cottellero. I valdostani Mafaldo Martinod e Sandra Villettaz, Maurizio ed Enrico Tortone mentre Adelmo e Mauro Tessa porteranno sulle prove speciali torinesi la loro Ford Fiesta cosi come Lorenzo Fabiani e Monica Chiacchiera.Due le Citroen C3 al via quella con gli svizzeri Gregoire Hotz e Pietro Ravasi e con Franco Bernardazzi e Silvio Lubello. Nell’elenco iscritti anche la bellissima Porsche Gt3 di Maurizio Fratti e Alessandro Verna mentre nella stessa categoria saranno al via gli svizzeri Xavier Craviolini e Yannick Micheloud a bordo di una 124 Abarth.   Veniamo al programma che prevede venerdì 3 Settembre il completamento delle operazioni di verifica che si terrà all’interno del Parco Assistenza in via dei Prati (zona industriale) a Pianezza dalle 9.30 alle 12. per i concorrenti iscritti allo shake down mentre per il resto dell’elenco i controlli tecnici inizieranno alle 14.30 per concludersi alle 17.30. Lo shake Down allestito a Rubiana prenderà il via alle ore 13.30 e si concluderà alle 19. In serata è prevista la presentazione degli equipaggi in centro a Pianezza dove verranno comunque rispettati tutti i protocolli anti – covid . La gara scatterà invece sabato mattina alle ore 8.01. Saranno le strade delle Valli di Lanzo ad aprire la sfida con i parziali di Monastero e Mezzenile e un breve riordino di Viù prima di affrontare il Col del Lys e tuffarsi nella Valle di Susa. Riordino e Parco Assistenza a Pianzezza e la ripetizione identica del primo giro. L’arrivo finale del Rally Moderno è previsto per le 17.50 sempre a Pianezza. Come lo scorso anno, il Rally Città di Torino presenta al via anche le vetture del Rally Storico e la Regolarità Sport entrambi in coda alla competizione moderna. Lo storico, giunto alla sua 11° edizione ,è valido per la Coppa di zona e  vede iscritte 37 vetture. Da segnalare in gara entrambi i protagonisti di questa serie vale a dire Manuel Magistro e Marco Ancillotti sulla Talbot Lotus  e Dino Vicario insieme a Fausto Bondesan sulla Ford Escort. Una quindicina le vetture della Regolarità Sport. Tutte le news su www.rtmotorevent.it