Bassano, il bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto

Dal Ben domina tra le R3C al rientro, Solfa sfiora la top ten assoluta tra le storiche, mentre un deluso Dal Ponte fa compagnia ad un Danese votato più allo spettacolo. Foto Mario Leonelli

Verona, 25 Ottobre 2021 – Un bilancio che si chiude in sostanziale parità, quello stilato dalla scuderia Omega al termine del Rally Città di Bassano, ultimo atto dell’International Rally Cup.

Un finale di stagione opaco per un deluso Andrea Dal Ponte, in coppia con Omar Scussat sulla Skoda Fabia R5 di PR2 Sport, che si aspettava ben altro dalla propria gara di casa.

Il pilota di Vicenza ha concluso undicesimo assoluto, nono di gruppo R e di classe R5.

Non sono molto soddisfatto del risultato” – racconta Dal Ponte – “perchè pensavo di essere più competitivo. Forse non ero in giornata. Il team mi ha fornito una buona vettura ed è stato impeccabile ma non sono mai entrato in gioco. Forse la lontananza dalle R5 non mi ha fatto bene. Grazie ad Omega, a Jteam, a PR2 Sport ed a tutti i partners che mi hanno sostenuto.”

Diciannovesimo di classe R5 per un Luca Danese impegnato a non cedere eccessivamente alla tentazione di dare spettacolo, soddisfatto comunque della propria trasferta vissuta con al proprio fianco Giordano Corradini, a bordo di una Skoda Fabia R5 targata Delta Rally.

Non riesco mai a trattenere la leva del freno a mano” – racconta Danese – “ma sono abbastanza soddisfatto del risultato. Grazie a Delta Rally, ad Omega ed ai nostri partners.”

Nonostante la ruggine accumulata, in quattro anni di latitanza dall’abitacolo, e qualche sgambetto della sorte, come la nebbia sulla prima ed ultima “Rubbio”, Massimo Dal Ben ha dominato la classe R3C, vincendo tre delle sei speciali in programma al Mundialito Triveneto.

Il pilota di Trissino ha confermato tutto il proprio talento, al volante della Renault Clio R3 curata da Speed Density e con Chiara Corso alle note, chiudendo anche quarto di due ruote motrici.

La ripartenza di Venerdì sera è stato un trauma” – racconta Dal Ben – “ma Sabato mattina ho resettato il tutto. Peccato per l’annullamento della prima Cavalletto perchè potevamo fare la differenza. Grazie al team ed a Luca De Rizzo, veri amici che mi fanno correre. Siamo molto contenti, come rientro va bene. Ora, budget permettendo, valuteremo come terminare il 2021.”

Soddisfazione anche tra le regine del passato, in occasione del Rally Storico Città di Bassano, con un Michele Solfa in forma, alla fine undicesimo assoluto, quarto nel terzo raggruppamento, vincitore del gruppo due e della classe 3/2/>2000, quest’ultima in solitaria, a bordo di una rinnovata Alfa Romeo Alfetta GTV 6, dotata di un nuovo propulsore, con Nicolò Faettini.

Era la mia prima a Bassano” – racconta Solfa – “ed abbiamo faticato un po’ sulla Valstagna perchè il nostro nuovo motore gira tanto in alto. Siamo molto contenti del risultato e ci siamo divertiti davvero tanto. Gara molto bella e buone sensazioni in vista della prossima stagione.”