Biella 4 Racing, un Biella Classic buono a metà

Belle prove e sfortuna per gli esponenti di Scuderia in gara.

Biella: È stata una 5^ edizione dalle due facce per la Scuderia Biella 4 Racing il Biella Classic 2021, gara di regolarità classica e turistica svoltasi sabato 18 settembre lungo le strade della provincia Laniera. I portacolori del sodalizio Biellese erano infatti al via nella prova di regolarità turistica, sia fra le auto storiche che fra quelle moderne.

Le liete notizie sono sicuramente arrivate dalle auto più giovani dove, Paolo Canova e Silvia Gandini, a bordo della Subaru Impreza targata B4R, hanno colto la seconda piazza della classifica finale, dopo una giornata passata a battagliare in vetta con l’equipaggio risultato poi vincitore. “Siamo soddisfatti”, esordisce Paolo Canova, “questo Biella Classic era la prima gara assieme per me e Silvia oltre che la sua prima gara in assoluto, e il risultato è più che soddisfacente. Non abbiamo commesso grossi errori, abbiamo mantenuto il nostro ritmo gara, e ci siamo divertiti, accumulando molta esperienza che può tornare utile in futuro. Un ringraziamento a tutti quelli che ci hanno seguito e sostenuto”.

Fra le auto storiche, invece, gara improntata sul divertimento puro per il Navigatore di Scuderia Roberto Tosi che leggeva la strada a Maurizio Crapa, al via su Lancia Fulvia dell’APV Classic. Per loro alla fine una ventiseiesima posizione assoluta, settimi di sesto raggruppamento. “Ci siamo divertiti, abbiamo riso un sacco e ne abbiamo combinate di tutti i colori!”, commenta Roberto Tosi, “lo spirito del nostro Biella Classic è stato questo, niente prestazioni ma leggerezza, infatti ne abbiamo combinate peggio di Bertoldo! Appena partiti neanche il tempo di fare cinquanta metri e siamo andati a destra anziché a sinistra, quindi retro front e a tutta birra! I primi tre pressostati a tutta velocità, con almeno tre trecento tanto per cominciare! Poi tutto tranquillo, C.O. passato, a Roasio un destra è stato sostituito da un sinistra, recuperata la strada in velocità e via verso il pressostato, dove siamo passati di fianco ad un concorrente fermo al cartello giallo e sul conseguente rilevamento, come se non ci fosse un domani. Risultato, un trecento meritato! Chissà cosa ha pensato quel poveretto che ci ha visto sfrecciare e il cronometrista che magari ha pensato di essere stato catapultato all’Elba Storico! Non nascondo che il pensiero andava anche a Silvia ed alla sua prima gara, ma si è comportata in modo impeccabile! Così come Paolo. Peccato per la sfortuna che ha colpito Andrea e Roberto. Un grazie a tutti i componenti Biella 4 Racing che abbiamo visto e anche quelli che non abbiamo visto e a quelli che erano in gara con noi, Silvia, Paolo, Roberto e Andrea, con cui abbiamo fatto festa e condiviso una meravigliosa passione. Alla prossima”.

Le dolenti note arrivano invece dall’altro equipaggio griffato B4R in gara, ovvero quello formato da Andrea Rosso e Roberto Barbera, sulla loro Fiat 600 di 4° Raggruppamento, costretti al ritiro a circa in terzo di gara, per problemi elettrici di accensione. Per loro un debutto sfortunato, conclusosi proprio quando il ritmo gara stava iniziando a diventare migliore, permettendogli di togliersi qualche soddisfazione. “Un debutto sicuramente poco fortunato”, esordisce Andrea Rosso, “proprio quando iniziavamo a capirci qualcosa in più ed a prendere un buon passo, la nostra 600 ha iniziato ad avere noie all’accensione che ci hanno portato al ritiro. Sicuramente andare in gara senza alcun allenamento è difficile, ma con Roberto, a cui va un ringraziamento particolare, riuscivamo a superare anche i momenti più complicati da panico del cronometro. Resta naturalmente l’esperienza fatta per il futuro e la condivisione della passione con gli altri equipaggi, e la disponibilità e simpatia degli amici e concorrenti in gara targati Biella 4 Racing. Una menzione particolare ad Andrea, Arianna, Luca e Silvana per il supporto in gara”.