Bizzotto, Agostinetto e Dall’ò per una finale

I vincitori delle classi R2C, N4 ed N2, nella Coppa Rally ACI Sport di zona quattro, sono pronti a giocarsi il titolo nazionale, quello della Rally Cup Italia, al Città di Modena. Foto Mario Leonelli/Actualfoto

Maser (TV), 28 Ottobre 2021 – L’attesa è finalmente terminata ed è il momento di iniziare a fare sul serio perchè, i prossimi 30 e 31 di Ottobre, nessun appello sarà più disponibile.

Si apre così il sipario sulla finale Rally Cup Italia, in programma al Rally Città di Modena, e saranno ben tre i portabandiera di Xmotors Team, pronti a giocarsi il titolo nazionale 2021.

Ad aprire il tridente della scuderia di Maser ci penserà un Giampaolo Bizzotto che, nel cammino vincente nella Coppa Rally ACI Sport di zona quattro in R2C, si è dimostrato particolarmente a proprio agio sulla Peugeot 208 Rally 4, messa a disposizione da da PR2 Sport.

Reduce da tre successi consecutivi il pilota di Tombolo, affiancato da Sandra Tommasini, scenderà in campo puntando al poker ed alla vetta di classifica in R Italian Trophy.

Siamo alla finalissima” – racconta Bizzotto – “e ci arriviamo dopo aver percorso un cammino incredibile in CRZ di quarta zona. A Modena ci sarà una quantità di vetture che, credo, non si sia mai vista in Italia, in epoca recente. Questo ci carica di gioia ma anche di una grossa responsabilità. È una gara one shot dove è d’obbligo dare il massimo ma è vietato commettere errori. Durante questa annata ho avuto modo di crescere sulla Peugeot 208 Rally 4 e, grazie a Sandra, abbiamo reso più fluide e dettagliate le note, migliorando la fiducia e la precisione nella guida. Sono cresciuto, maturato e sono sereno mentalmente. Andremo nella città dei motori per eccellenza, sperando di capitalizzare il seminato perchè abbiamo tutte le carte in regola.”

Un bacio della dea bendata, vincitore della classe riservata alle N4 con un solo risultato utile a Scorzè, Ivan Agostinetto ritroverà la Mitsubishi Lancer Evo X di gruppo N, affiancato da un navigatore molto particolare ovvero il presidente del sodalizio trevigiano, Francesco Stefan.

Non possiamo negarlo, abbiamo ricevuto un gran bel regalo” – racconta Agostinetto – “ma questo ci porta ad avere motivazioni ancora più elevate. Avendo ricevuto questa opportunità, quella di accedere alla finale di Modena, vogliamo dimostrare che abbiamo qualcosa da dire. Sappiamo che troveremo i migliori della classe N4 in Italia e cercheremo di dare il massimo.”

A completare il trittico di campioni, battente bandiera rossonera, ci sarà Stefano Dall’Ò, grazie al titolo vinto tra le millesei del produzione, una categoria rivitalizzata a suon di numeri pesanti.

Affiancato dal fido Matteo Magrin il pilota di Belluno, a bordo della consueta Peugeot 106 Rallye di gruppo N, punterà a chiudere in bellezza una stagione da protagonista di livello in CRZ.

Sarà la nostra prima volta a Modena ed in finale” – racconta Dall’Ò – “e non so bene cosa aspettarmi da questa gara. Aver vinto la zona è stato un grandissimo risultato, quello che cercavamo, ed essere a Modena con i migliori finalisti d’Italia è fonte di notevole orgoglio. Sicuramente ci proveremo, questo è scontato, ed il fatto che la gara si sviluppi su strade molto sconnesse potrebbe essere un’arma a nostro favore perchè mi piacciono queste speciali.”