Bondioni inaugura il 7° Camunia Rally

Il pilota di Bienno è il primo leader della corsa insieme alla navigatrice Sofia D’Ambrosio su Skoda. Secondo il giovane Mabellini con una vettura identica mentre terzo, su Ford è il ceco Cais.

Breno (BS) – L’attesa è terminata: a due anni di distanza dall’ultima edizione, il Camunia Rally è tornato ad infiammare le strade dell’alta bresciana grazie alla macchina organizzatrice della scuderia New Turbomark.

La prova speciale Sisem ha rotto gli indugi con i suoi 4,90 chilometri di percorso, gli stessi che verranno ripetuti questa sera a partire dalle 21.25. Il più veloce di tutti sul crono d’apertura è stato il locale Ilario Bondioni che con l’ossolana  Sofia D’Ambrosio, ha portato la Skoda Fabia R5 Evo del team PA Racing in prima posizione grazie al tempo di 3’04”. Seconda piazza a 1”6 per il campione FIA RGT in carica, quell’Andrea Mabellini che insieme alla compagna Virginia Lenzi utilizza la stessa Skoda Fabia della DP che gli ha consentito di vincere il Prealpi Orobiche solo poche settimane fa.

Il primo podio di gara è completato dal céco Eric Cais che su una Ford Fiesta ha già fatto vedere di non essere venuto in Vallecamonica a scopo turistico: 2”9 il suo distacco. Bene Spataro-Falzone (Skoda) e Dell’Era-Mometti (VW Polo) che con lo stesso tempo sono appaiati in quarta posizione a 3”8.

Nella sagra di R5 bisogna scendere fino alla 16° posizione per trovare il primo equipaggio di Due Ruote Motrici: il valtellinese Moreno Cambiaghi è bravo, con la Clio R3C a mettersi tutti alle spalle, persino le altre 4×4 presenti come la Skoda di “Galet”, o la Clio “tuttoavanti” del siciliano Profeta, questi ultimi rispettivamente primo di S2000 e di S1600. Il rallomane bresciano Rivaldi è primo di R3T con la sua Citroen Ds3 mentre l’ossimese Giorgio Mendeni pare già a suo agio con la Peugeot 208 R2C: è lui il primo di categoria. Nella R2B invece, il leader provvisorio è il bresciano Grimaldi, vincitore del RIT, insieme alla Guglieri. Buon tempo di Bracchi su Peugeot 106 A6, addirittura 37° assoluto ma ottima è anche la prova di Marini-Morina, primattori della N3! Croci e la Gerevini sono al comando della graduatoria legata al trofeo CFB2 RaceTech dedicato alle BMW 318.

Dei classificati solo da segnalare un problema a Pilati su Peugeot 208; il pilota della Pintarally ha sbagliato ad affrontare una barriera e ha fatto spegnere la vettura perdendo oltre un minuto. Ritiro invece per la vettura numero 150, quella di Panizzoli-Cairoli così come per D. Reghenzani-Belli (n.162) e Pasinetti-Pinna (n.164); questi tre equipaggi, volendo, potranno tornare in gara domani grazie alla formula del rientro.