Buon compleanno Jorge Recalde, condor argentino

MINA CLAVERO (Argentina), 9 agostoJorge Raùl Recalde nacque il 9 agosto 1951 a Mina Clavero, un villaggio di diecimila abitanti circa a mille metri di altitudine nella provincia di Cordoba, e morì il 10 marzo del 2001 durante il Rally di Villa Dolores (nella provincia di Córdoba, la sua stessa provincia di nascita) a seguito di un incidente, anche se la causa ufficiale fu un infarto per l’uscita di strada (oppure uscì di strada a seguito dell’infarto).

Nel corso della sua lunga carriera ha disputato quasi 130 rally, cominciando con una Renault 12 TS nel 1978 alla Vuelta a la America del Sud, ottenendo 25 vittorie assolute, la prima delle quali nel 1982 nel Rally Vuelta del Manzana su Renault 18 TX affiancato dal suo navigatore storico Jorge del Buono (i due insieme disputeranno 42 gare). Il 1982 fu per lui una grande annata, partecipando a tre gare e vincendole tutte e conquistando il titolo assoluto nazionale, bissato nell’anno 200’. L’ultima vittoria la ottenne al Rally Gran Desafio de la Montana appena quattro mesi prima di morire su una Ford Escort WRC affiancato da Diego Curletto.

Nel Campionato Mondiale Rally ha disputato 69 gare, ottenendo il successo assoluto nel Marlboro Rally di Argentina del 1988 con Jorge Del Buono (insieme 23 gare iridate) sulla Lancia Delta Integrale del Team Lancia Martini, salendo comunque otto volte sul podio primeggiando in 58 prove speciali e conquistando 218 punti iridati. L’esordio nel mondiale avvenne nel Rallye de Portugal – Vinho do Porto del 1980 concluso all’ottavo posto assoluto (ottenendo il suo primo punto ridato) con una Ford Escort RS Mk II affiancato dal connazionale Hector Moyana. Nello stesso ottenne un secondo posto assoluto al Rallye Cote Ivoire con una Mercedes 500 SLC. La sua ultima apparizione nel mondiale avvenne nel Rally di Argentina del 2000 con una Ford Escort RS Cosworth affiancato da Diego Curletto, fermandosi anzi tempo per problemi meccanici. Nel corso della sua carriera mondiale Recalde ha corso principalmente con le Lancia Delta e Mitsubishi Lancer, oltre a Ford Escort, Audi Coupé quattro, Toyota Celica, Datsun 160J, Mercedes 500 SLC, Renault 18 GTX e addirittura con una Fiat Uno Turbo (Portogallo 1987).