Caliaro soddisfatto della crescita al Due Valli

Il round conclusivo della Coppa Rally ACI Sport, in zona tre, regala un bilancio positivo al pilota di Crespadoro, in vista del prossimo banco di prova al Città di Bassano. Foto Mario Leonelli

Crespadoro (VI), 12 Ottobre 2021 – Voleva un Rally Due Valli in crescita e così è stato per Michele Caliaro, reduce da un ultimo appuntamento con la Coppa Rally ACI Sport che, in zona tre, si è tradotto in un più che buon sesto posto assoluto, di gruppo R e di classe R5.

Alla sua seconda apparizione ufficiale sulla Skoda Fabia R5, messa a disposizione da MM Motorsport e condivisa con Fabio Andrian alle note, il pilota di Crespadoro ha centrato il suo primario obiettivo ovvero quello di completare una gara insidiosa e di migliorare il sedicesimo firmato al debutto, in classifica generale, nel precedente Benacus Rally di metà Giugno.

Il portacolori di Rally Team, nonostante qualche fantasma del passato cercasse di bussare alla sua porta, staccava un ottimo sesto tempo sulla prova di apertura, mettendo in riga piloti ben più esperti nella classe regina come Righetti, che giocava in casa, e Menegatti.

A complicargli la vita ci pensava la dea bendata, con l’uscita di scena di Targon che bloccava le partenze della seconda speciale e lo costringeva a partire con gomme e freni freddi.

Prima prova perfetta” – racconta Caliaro – “anche calcolando il fatto che eravamo fermi da quattro mesi. Eravamo contentissimi. Sulla seconda siamo stati fermi molto, a causa dell’incidente di Targon, e siamo partiti con tutto freddo. A metà prova, quando stavamo riprendendo il giusto ritmo, abbiamo trovato in mezzo alla strada la 208 di Stizzoli. Siamo passati, sfiorandola, ma abbiamo perso parecchio tempo. Come se non bastasse, dopo un paio di chilometri, abbiamo beccato tre sassi in traiettoria ma, per fortuna, non abbiamo forato.”

Con un altro buon sesto parziale Caliaro archiviava il giro di boa confermando la medesima piazza in generale, con una ventina di secondi sia su chi lo precedeva che su chi lo inseguiva.

In virtù di una classifica pressoché congelata il vicentino gestiva il ritmo, affrontando la ripetizione su gomme usate ed evitando inutili rischi nei due passaggi conclusivi in notturna.

Un ultimo atto di CRZ, affiancato al penultimo di Campionato Italiano Rally, che ha confermato le proprie insidie ma che ha saputo portare in dote un bagaglio di esperienza notevole.

Grazie al piazzamento scaligero Caliaro archivia il cammino, di zona tre, in R Italian Trophy al nono posto, centrando la top ten con soli due risultati utili, al Due Valli ed al Benacus.

Il secondo giro non aveva senso rischiare” – aggiunge Caliaro – “perchè la nostra posizione era abbastanza definita, considerando i distacchi davanti e dietro. La vettura è perfetta, stabile e sincera. Sono io che le devo dare della confidenza. I ragazzi di MM Motorsport sono sempre al top. Sono una squadra ben organizzata e professionale, capace di darmi i consigli migliori nella messa a punto della vettura. Si sa che il Due Valli è così, da sempre. Il percorso era molto veloce ed io preferisco il guidato ma rimane una bella esperienza. Abbiamo fatto un passo in avanti importante e siamo soltanto alla nostra seconda gara. Grazie ai partners, a Fabio, al team ed alla scuderia Rally Team. Ora ci concentriamo sulla prossima, il Città di Bassano.”