Campionato Italiano RX 2021, quante novità nel Round 2!

Tanti nuovi ingressi a Castelletto di Branduzzo. Foto DorianPhotography

Sarà un weekend all’insegna della novità quello che sta per iniziare al Castelletto Circuit di Castelletto di Branduzzo: oltre alla pista completamente nuova allestita all’interno del prestigioso impianto lombardo ci saranno infatti, tra i quasi cinquanta iscritti, molti piloti al debutto, o al rientro: in particolare saranno davvero tante le vetture a ruote coperte al via al Castelletto Circuit!
Supercar
Per la prima volta quest’anno saranno in gara sia le Supercar sia le vetture della categoria RX5; due le SC con Rosario Corallo (Subaru Impreza), che non ha voluto mancare alla gara di casa, e Davide Volterra, finalmente al via con la sua bellissima VW Scirocco. Al debutto anche la categoria RX5, con la giovane Arianna Corallo, figlia di Rosario, al volante di una VW Polo – N5, le due Citroen DS3 – N5 del Team La Superba guidate da Roberto Camporese e Bruno Pelliccioni, la Renault Clio – N5 Biella Corse di Alfredo “Dedo” De Dominicis, la Toyota Yaris – N5 del Bluthunder Racing Italy guidata da Pietro Porro e la Hyundai I20 – R5 di Luigi Ricci.
Super1600. Con l’iscrizione all’ultimo minuto del capoclassifica Nils Volland, la Super1600 è pronta come non mai a offrire grandissimo spettacolo, con 11 auto e ben 6 piloti d’oltralpe: Oltre al tedesco Volland saranno infatti in gara il campione in carica, il sedicenne Jiri Susta con la sua Skoda Fabia, il connazionale Marcel Suchy, anche lui con una Fabia, i francesi Dylan Dufas e Damien Meunier (già protagonista lo scorso anno) al volante delle scattanti Renault Twingo e il belga Clement Picard con una Citroen C2.
A tenere alti i colori italiani penseranno Silvano Ruga con la sua Renault Clio, Paolo “Popy” Barbieri con la Citroen C2, il campione italiano ’17 e ’19 Marco Valazza (Ford Fiesta), Andrea Carretti (Alfa Mito) e Mauro Grezzini, che dopo aver ben impressionato al debutto nel 2019 ritorna al Rallycross con la sua Peugeot 208.
STC. Il dominatore della prima gara, Roman Castoral (Opel Astra OPC), non sarà presente, quindi il pronostico è decisamente più aperto per questa categoria, che vedrà al via i piloti in gara nel Round 1 (eccetto come detto Castoral) più alcune interessanti new entry: accanto a Franco “Frenk” Fusi (Renault Clio), Matteo Valazza (Citroen Saxo), Ettore Barberis (Honda Civic) e Mattia Nicolini (Citroen AX) ecco quindi il fratello di Mattia Marco Nicolini, che ben si era comportato nel 2020 con la sua Peugeot 205, e il diciassettenne Jean Claude Vallino (Opel Astra). Al via come sempre anche Alberto Palestrini con la sua fida Renault Super5 STC Plus.
Kartcross. Ancora una volta, dal punto di vista numerico la parte del leone la farà la categoria Kartcross, con 22 piloti impegnati a darsi battaglia e, come si è già visto nel Round 1, le sorprese saranno all’ordine del giorno.
Ovviamente al via il vincitore della prima prova, Marcello Gallo, con il suo Lifelive TN5, e i suoi più immediati inseguitori in classifica generale: Matteo Grieco (GMN Kart Cross, così come il fratello Nicolò), Marco Berniga (Planet Kart cross K3) e Kobe Pauwels (Lifelive TN5, al comando del Trofeo RX ACISPORT Under 18).
Vorranno sicuramente rifarsi del mezzo passo falso nel Round 1 il Campione in carica Simone Firenze (Semog Bravo Sport) e il campione ’17 Maicol Giacomotti (Planet Kart Cross K3). Sicuramente vorrà confermarsi nelle parti alte della classifica di categoria Mauro Vicario (Speedcar Xtreme), mentre Riccardo Canzian (Speedcar Xtreme) e soprattutto il Campione Italiano Velocità su Ghiaccio Christian Tiramani (Planet Kart Cross K3) vorranno migliorare la loro posizione dopo il Round 1.
Da sottolineare anche la presenza, oltre a Cristina Tadone (GMN Kart Cross), anche di Virginia Moncini (Ya-Car) già in gara in alcune prove del 2019.
Saranno tre quindi, con Arianna Corallo, le donne in gara in questo Round.
Il programma. Per (si spera) l’ultima volta il Round 2 sarà a porte chiuse: come già accaduto nella prima prova, il sabato sarà dedicato alle verifiche e allo shakedown. La gara vera e propria si disputerà invece domenica 9 maggio, con la consueta diretta Facebook e su Bandw.tv.
Il programma sarà molto intenso, con la partenza della prima Q alle ore 9.30 e semifinali e finali dalle ore 16.30.
Il percorso. Il tracciato definitivo Rallycross del Castelletto Circuit è di 1.350 m, di cui circa 400 saranno sterrati: sarà un tracciato piuttosto completo, veloce e nel quale le capacità di guida dei piloti saranno esaltate.