Cinque Ferrari a caccia del FIA Endurance Trophy nel FIA WEC

Maranello, 19 gennaio 2021 – Sarà nutrita la pattuglia delle 488 GTE che parteciperanno alla stagione 2021 del FIA World Endurance Championship (WEC) nella classe LMGTE Am. Cinque le vetture di Maranello, portate in gara da tre team con l’obiettivo di iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro del FIA Endurance Trophy dopo il successo conquistato da AF Corse e dal terzetto Perrodo-Collard-Nielsen al termine della Season 8.

AF Corse. Il team piacentino, campione in carica, schiera due vetture affidandole a due equipaggi molto competitivi. La 488 GTE numero 83 sarà portata in gara dagli iridati François Perrodo e Nicklas Nielsen che avranno al loro fianco il giovane italiano Alessio Rovera, vincitore del Campionato Italiano GT Endurance con la 488 GT3 Evo 2020 sempre di AF Corse. Sulla vettura numero 54, invece, si conferma il sodalizio formato da Giancarlo Fisichella, Thomas Flohr e Francesco Castellacci. Il terzetto affronta la sua terza esperienza consecutiva nel mondiale con voglia di riscatto dopo una stagione in cui hanno sfiorato il podio in alcune occasioni.
Cetilar Racing. Debutto nella classe LMGTE Am del FIA WEC anche per Cetilar Racing, precedentemente tra i protagonisti della classe LMP2 e sponsor delle due vetture di AF Corse iscritte in classe LMGTE Pro. Il team italiano affronterà questo nuovo programma affidandosi a Roberto Lacorte e a due piloti che saranno oggetto di successive comunicazioni da parte del team. Il numero scelto per la 488 GTE con cui disputerà le sei tappe previste nel calendario è il 47. La squadra, che ha fatto dell’italianità un punto centrale del suo progetto nel motorsport, punta ad un ruolo tra i protagonisti in una classe molto combattuta.
Iron Lynx. Dopo aver conquistato la Michelin Le Mans Cup, la scuderia italiana debutta nel mondiale con due 488 GTE e la voglia di cogliere risultati importanti. Sulla Ferrari numero 60 scenderanno in pista Claudio Schiavoni, Matteo Cressoni e Andrea Piccini. La seconda unità, la numero 85, sarà invece affidata alle “Iron Dames” Michelle Gatting, Rahel Frey e Manuela Gostner che, dopo aver ben figurato nell’European Le Mans Series con numerosi podi nel biennio da poco concluso, cercheranno di dimostrare la loro competitività anche in questa serie.