Clacson Motorsport tra Oltrepò e Piancavallo

Il team trentino firma la A6 con Bellinzona, nella prima dell’inedito evento nel pavese, mentre nella classica friulana Gattel brilla nell’assoluta, prima di uscire di scena.

Strigno (TN), 19 Maggio 2022 – Un fine settimana particolarmente intenso in casa Clacson Motorsport e dopo aver raccolto importanti soddisfazioni nel tricolore terra, riservato alle auto storiche, la compagine trentina ha lasciato il segno anche in altre due, prestigiose, occasioni.

In quel di Varzi, in provincia di Pavia, scattava il semaforo verde sulla prima edizione del Rally Valli Oltrepò ed a difendere egregiamente i colori blu ed azzurro ci ha pensato Marco Bellinzona, in coppia con Marta Achino su un’Opel Corsa GSI gruppo A, in versione moderna.

Unico partente tra le millesei preparate, vittoria in A6 conseguita già a tavolino, il pilota di Pragate, alla guida della sedici valvole di Strigno, si rendeva autore di un’importante progressione che gli è valsa la scalata dall’iniziale trentaseiesimo assoluto, quattordicesimo di gruppo RC4N, sino al recupero sei posizioni nella generale ma, soprattutto, nell’aggancio alla top ten di gruppo, alla fine decimo, al termine di un Sabato e di una Domenica in crescita.

Era la prima volta che usavo la Corsa in questa versione” – racconta Bellinzona – “ed abbiamo cercato di prendere le misure durante lo shakedown. Sul doppio impegno del Sabato siamo andati migliorando, abbassando il secondo giro nonostante la strada fosse molto sporca è sconnessa. È stato bello partire alla Domenica in ordine di classifica, aspetto inusuale per un nazionale. Il primo giro non avevamo un buon feeling mentre sul secondo, arrivata la pioggia, abbiamo avuto uno svarione dopo le prime curve dell’ultima speciale. A quel punto abbiamo preferito alzare il piede e gestire la situazione. La Corsa è stata un orologio svizzero, un assetto congeniale per queste strade. Grazie a Clacson Motorsport, dopo tanti storici abbiamo abbracciato il moderno, perchè questa era l’unica gara in provincia di Pavia, ma torneremo presto sulla Corsa ad otto valvole, al Salsomaggiore storico, sempre con Clacson Motorsport.”

Dall’Emilia al Friuli per il Trofeo Rally di Zona, nell’ambito della seconda, con il Rally Storico Piancavallo dove Alessandro Gattel, in coppia con Alessandro Marangotto su un’Opel Corsa GSI gruppo A, ha mirato dritto ai quartieri nobili assoluti, essendo il solo in classe N-A-J2/1600.

Quinto assoluto dopo le prime due prove speciali, preceduto solamente da tre Porsche e dal missile Chivelli, il pilota di Polcenigo, causa surriscaldamento del motore, preferiva fermarsi.

Nelle prime due prove speciali la nostra Corsa si è comportata molto bene” – racconta Gattel – “ed infatti eravamo preceduti solamente dalle tre Porsche e da Chivelli. Abbiamo cercato di partire in progressione, cercando di trovare il giusto feeling e questo non ci ha messo molto ad arrivare. Dopo i primi chilometri ci sentivamo già a nostro agio ed abbiamo iniziato a spingere. Sulla terza le temperature si sono alzate pericolosamente e, per non compromettere il motore, abbiamo deciso di fermarci. È davvero un peccato perchè ne poteva uscire davvero una bella gara in casa. Non seguiremo il TRZ, quest’anno ci stiamo preparando perchè vorremmo fare qualcosa di più strutturato nel 2023. Probabilmente saremo via al San Marino. Grazie a Diego, a tutto il team Clacson Motorsport e ad Andrea De Luna, grande amico oltre che meccanico.”