Claudio Vallino diventa maggiorenne (di vittorie nei trofei) e campione italiano di classe nel CRZ

Il pilota della Valle Pellice, affiancato da Maurizio Vitali, conquista il suo 18esimo trofeo monomarca e vince il Campionato Italiano Rally di Zona nella categoria RSTB 1.0 con la Suzuki Swift curata Effemme Autosport di Savona per i colori Meteco Corse. Foto Magnano

MARANELLO (MO), 31 ottobre – Diciottesimo titolo conquistato da Claudio Vallino che al 41° Rally Citta di Modena fa sua la vittoria di Classe RSTB 1.0 nella Coppa Rally di Zona, successo che vale al pilota ligure della Val Pellice il titolo italiano di categoria e la vittoria fra le Racing Start nel Trofeo Suzuki.

Doppio obiettivo centrato da Claudio Vallino, affiancato da Maurizio Vitali, che con i successi al Rally di Modena ottiene il 18° Trofeo Monomarca della sua carriera (15 con Peugeot, due con Rover e il primo con Suzuki) e il quarto titolo ACI Sport dopo aver conquistato la Coppa Gruppo B nel 1983, il Campionato di Zona Gruppo N nel 1991 ed essere Campione Italiano Velocità su Ghiaccio 2 Ruote Motrici 2020.

La gara di Modena è stata tutt’altro che facile. Strade molto strette da percorrere in un’atmosfera autunnale che non ci ha mai abbandonato, rendevano insidioso ogni metro di prova speciale”. E la dimostrazione è data dal fatto che dei 242 partenti (un numero record da molti anni a questa parte) solo 163 hanno visto il traguardo. Con numerose sospensioni di prove e l’annullamento dell’ultima per permettere ai commissari di percorso di liberare le strade dalle vetture incidentate.

La gara inizia sabato sera e Claudio Vallino e Maurizio Vitali, che dovrebbero affrontare la speciale Barighelli con la loro Suzuki Swift alla luce dei fari, ma sono costretti a percorrere quel primo tratto in trasferimento. Si riparte domenica mattina, e pur fra notevoli ritardi, l’equipaggio portacolori di Meteco Corse riesce a effettuare le tre prove speciali del primo giro concludendo la prima tornata di prove in 127 posizione assoluta, al comando fra i partecipanti alla Coppa Rally di Zona di Classe RSTB 1.0.

Quelle prime tre prove erano andate bene in termini di classifica di campionato, ma non ero soddisfatto dei tempi ottenuti, che avrebbero potuto essere decisamente migliori se un fastidioso problema ai freni della mia Swift non mi avesse costretto a correre in modo troppo conservativo” afferma Vallino che ha bene in mente la soluzione del problema. Che viene risolto dai meccanici di Effemme Autosport durante il parco assistenza di Maranello a metà giornata.

A quel punto i miei obiettivi di campionato erano a portata di mano, ma volevo rimontare nelle tre prove finali la classifica assoluta”. Ma la gara è ancora condizionata da sospensioni e annullamenti. La ripetizione della Ospitaletto viene percorsa in trasferimento, mentre viene effettuata la Barighelli. “Con la sistemazione dei freni, abbiamo segnato l’81° tempo assoluto, che avrebbe potuto essere la nostra posizione di classifica naturale” I due portacolori di Meteco Corse risalgono quindi in 111esima posizione nell’assoluta. La successiva prova viene però annullata e la classifica si cristallizza.

Di 75 chilometri di prove speciali ne abbiamo affrontati in prova poco più di quaranta. Troppo pochi per delineare una classifica corretta. Alla fine della gara ero comunque soddisfattissimo. Ho conquistato il mio 18esimo trofeo monomarca, anche se non quello assoluto ma riservato alle Racing Start, e vinto la Coppa Rally di Zona della mia classe. A 62 anni, non potevo sperare di meglio!”