Colpo di Testa della scuderia Ro racing al Rally di Sperlonga

Un Testa da capogiro vince il Rally di Sperlonga e regala l’ultimo successo di una ricca stagione alla scuderia RO racing. Nella gara della Riviera d’Ulisse la prestazione corale degli equipaggi è valsa anche la vittoria nella classifica riservata alle scuderie. Buoni i risultati anche nelle altre gare del fine settimana.

Fine anno davvero con i botti per la scuderia RO racing. Giuseppe Testa e Gino Abatecola, al termine di una gara entusiasmante, difficile da superare per i deboli di cuore, sono riusciti a vincere, con una Skoda Fabia R5 Evo2 della Delta Rally, grazie ad una rimonta epocale, la tredicesima edizione del Rally di Sperlonga. Il giovane talento molisano e il suo navigatore ciociaro hanno creduto nell’impresa fino alla fine e, grazie a un riscontro cronometrico incredibile nella speciale finale disputata in notturna, sono riusciti a porre il loro sigillo nella manifestazione che si corre lungo le strade della Riviera d’Ulisse, in provincia di Latina.

“Ci abbiamo creduto fino alla fine e la nostra audacia è stata premiata – ha detto Giuseppe Testa a fine gara – questa è la ciliegina sulla torta di una stagione ricca di successi. Ringrazio i vertici della RO racing, la Michelin, la Delta Rally e tutti i miei sponsor per aver creduto nelle mie qualità e aver sostenuto i miei programmi”.

A Sperlonga la scuderia RO racing, grazie a una nuova splendida prestazione corale, ha alzato al cielo, ancora una volta nel 2021, il trofeo riservato alle scuderie.

Angelo Lombardo e Rosario Merendino su una Skoda Fabia Evo2 della Erreffe, nonostante un testacoda, hanno raggiunto una dignitosissima nona posizione della generale. Giuliano Galeti e Stefano Palombo hanno condotto la Peugeot 207 Super 2000 della Ferrara Motors al secondo posto di classe, Luca Santoro e Carmen Grandi, a bordo della loro Mitsubishi Lancer Evo IX, hanno primeggiato in R4. Discorso a parte meritano i tre equipaggi che, con altrettante Peugeot 208 Rally4, hanno rappresentato il sodalizio di Cianciana in classe R2C. Fabio Carnevale e Roberto Lombardi con una vettura francese della Ferrara Motors hanno vinto la classe sopravanzando i compagni di scuderia Gianni Stracqualursi e Marco Del Greco, costretti ad inseguire dopo aver preso tempo in seguito all’improvviso spegnimento del motore della loro vettura transalpina. Solo quinti di classe Riccardo Di Iuorio e Massimo Sansone incappati in una “toccata”, costata un pesante distacco in classifica, nella speciale d’apertura. Prime due posizioni del podio anche in classe R2b con Pierpaolo Colella e Davide Bragaglia che hanno preceduto, con la loro Peugeot 208, la vettura gemella condotta da Giorgio Santoro e Francesco Cicciarelli.  Meritata vittoria in classe N3 per il giovanissimo Dennis Stracqualursi, al via con Roberto Patriarca su una Renault Clio Rs light. In classe N2 sesto posto di classe per Roberto Gelfusa e Fabio Di Pastena della partita con la loro fida Citroen Saxo Vts. Tra le Racing Start vittoria di gruppo e classe per la Peugeot 106 condotta da Daniele Trovato e Kety Fareri.

Nell’impegno toscano del 30° Rally il Ciocchetto i ciociari Carmine Tribuzio e Mattia Cipriani hanno condotto, nonostante una divagazione campestre, la loro Skoda Fabia Evo2 seguita dall’Erreeffe all’ottavo posto della classifica generale.

In Sicilia, alla Pista del Sole in provincia di Ragusa, con un Renault Clio Super 1600 Giuseppe Ponzo è giunto al secondo posto di classe al Trofeo di Natale.

“Abbiamo chiuso il 2021 nel miglior modo che potessimo auspicare – ha detto Rosario Montalbano direttore sportivo della scuderia – adesso lavoreremo ai programmi della stagione 2022 e al lancio del campionato sociale che sarà dotato di un cospicuo montepremi”.