DI NUOVO PROFUMO “IRIDATO” E “TRICOLORE” PER MOVISPORT: ALL’ORIZZONTE CROAZIA E “ADRIATICO”

Prosegue il momento di grande impegno a tutto campo per il sodalizio reggiano, che ad ogni gara riceve soddisfazioni. Occhi puntati in Croazia per Gryazin e Brazzoli, al Rally Adriatico torna Melegari e Baruffa debutta con una vettura R5.

Reggio Emilia, 20 aprile 2021 – Croazia mondiale e “Adriatico” tricolore, questo fine settimana per  Movisport, per un altro momento adrenalinico e ricco di spunti tecnici e sportivi di valore assoluto.

Croazia “mondiale”, la prima volta della gara nel circuito iridato, dove saranno al via Nikolay Gryazin- Konstantin Aleksandrov ed Enrico Brazzoli-Maurizio Barone, entrambi con una VolksWagen Polo Rally2. Entrambi iscritti al mondiale WRC 2 ovviamente nel cercare punti iridati personali li cercheranno per Movisport, iscritta come Team al mondiale rally.

Intanto, Gryazin, la settimana scorsa ha corso una gara in Ungheria a titolo di test, il Therwoolin Boldogkő Rally (prima prova del Campionato nazionale), vincendola di forza e traendo utili informazioni per affinare il feeling con la vettura.

Brazzoli, invece, ha corso in Croazia due anni fa ed in piccola parte conosce le strade che andrà ad affrontare, per entrambi i driver sarà una prova importante soprattutto in ottica di classifica iridata per i team, visto che contano di portare alta la bandiera reggiana.

Occhi puntati anche sul 28° Rally Adriatico, a Cingoli, nelle Marche, gara che avvia il Campionato Italiano Rally Terra. Anche in questo caso i colori reggiani saranno per rappresentati, con ampie possibilità di soddisfazioni.

In attesa di capire quale sarà il programma europeo che potrà organizzare, Zelindo Melegari, in coppia con Manuel Fenoli partirà con l’obiettivo del Gruppo N con la sua Subaru Impreza. L’ex Campione italiano di categoria del 2019 proverà a l’avventura sul tetto delle Marche e non è da escludere che possa anche proseguire. Torna, dopo una lunga pausa, Luigi Ricci, con Alessandro Biordi, su una Hyundai i20 R5. Ci sarà da riprendere ritmo, con la vettura sud-coreana, in una gara che spesso lo ha visto, il bresciano, ai vertici.

Piergiorgio Bedini – Faustino Mucci, con la Mitsubishi Lancer EVO IX proverà a svettare pure lui tra le vetture derivate dalla serie, mentre Roberto Vellani – Silvia Maletti (Skoda Fabia R5) andranno a caccia dei punti per la Coppa di V zona. Al via poi, a Cigoli anche Matteo Lusoli – Giacomino Mucci con la Renault Clio R3C.

Alla gara “storica”, secondo atto del “tricolore” terra per le vetture historic, saranno al via Andrea Tonelli con il fido Roberto Debbi sulla consueta Ford Escort RS. Dopo le buone sensazioni sentite in Val d’Orcia a fine marzo, la coppia reggiana punta adesso sulle rullate arterie sterrate marchigiane per tornare a graffiare come spesso hanno fatto nel recente passato.

Non mancherà poi la presenza al Rally Valli Ossolane, quella del gentleman Guido Zanazio, affiancato da Mauro Tosetto su una Skoda Fabia R5 Evo.

LAGANA’ SUGLI SCUDI A CASARANO, FERROTTI OUT ALL’ELBA. BENE GILARDONI A MONZA CON LA LAMBORGHINI

Movisport aveva salutato poi con grande gioia ed affetto l’arrivo di un nuovo grande driver tra le sue fila, il blasonato Franco Laganà, pilota di lungo corso, simbolo dei piloti privati anni ’90. L’architetto calabrese ha ripagato la nuova joint con un risultato d’effetto, il terzo posto assoluto al Rally Città di Casarano, prima prova del CRZ di VII zona, il suo obiettivo stagionale per il 2021, insieme al suo copilota Maurizio Messina. Al volante della Volkswagen Polo R5 che guidava per la prima volta, dopo un avvio per prenderne le misure, ha poi salito il podio con un finale incandescente. Ottima premessa per il prosieguo.

Ivan Ferrarotti e Fabio Grimaldi, sempre con la Skoda Fabia R5, al via del Rallye Elba, 54^ edizione di una delle gare di rally più ammirate al mondo, primo atto del CIWRC, non hanno avuto la stessa fortuna della settimana prima, quando vinsero il Rally delle Palme. Si sono arresi, per uscita di strada nel finale di gara, quando gravitavano con merito ed in sicurezza nella top ten assoluta.

Nuova e notevole performance per  Kevin Gilardoni sceso in pista a Monza per la prima prova del Lamborghini Super Trofeo Europa al volante di una Huracan dell’Oregon Team. Due gare molto particolari quelle svolte a Monza, che hanno fatto notare comunque un grande potenziale: una foratura a due giri dal termine ha fermato Gilardoni mentre era in testa della Classifica PRO, e una gran rimonta alla domenica, ha portato l’equipaggio dell’Oregon Team dal 9 posto in griglia al 5 posto finale. Ora sotto con il secondo appuntamento del campionato al Paul Ricard in programma il 29-30 aprile.