Doppia vittoria Movisport: trionfo continentale per Gryazin e per Scattolon al “4 Regioni”

Quello appena passato è stato un altro grande fine settimana per i colori reggiani, con due successi assoluti e grandi performance in Casentino, con due equipaggi nella top five ed altre due vittorie di classe.

Reggio Emilia, 05 luglio 2021 – Di nuovo due successi assoluti, per MOVISPORT, nel fine settimana appena passato, due vittorie dal retrogusto molto forte. Fortissimo, anzi. Come quello ottenuto alla seconda prova del Campionato Europeo Rally (ERC)  Nikolay Gryazin, in coppia con Konstantin Aleksandrov sulla Volkswagen Polo R5. Un successo pieno, mai messo in discussione che ha peraltro permesso al pilota russo di siglare il tris al Rally Liepāja, in Lettonia, contro una concorrenza estremamente agguerrita e soprattutto di altissimo livello. Gryazin, vittorioso anche nel 2017-2018, si è imposto precedendo la Hyundai dell’irlandese Craig Breen per 17″3, mentre l’altro russo Alexey Lukyanuk ha finito terzo restando leader di campionato.

“Dopo i problemi in Polonia qui ci siamo riscattati – ha detto Gryazin, che corre con licenza della Lettonia – abbiamo fatto un ottimo lavoro senza alcun problema, abbiamo fronteggiato bene una concorrenza assai agguerrita e nell’ultima parte ho potuto gestire e tirare il fiato visto l’ampio vantaggio che avevo”.

L’altro successo vibrante e decisamente significativo, per Movisport, è arrivato al Rally 4 Regioni, ad opera di Giacomo Scattolon e Giovanni Bernacchini. La gara, a Salice Terme (Pavia), era al 50° anniversario e la coppia l’ha onorata sulla Skoda Fabia R5. Per Scattolon era la gara “di casa”, per Bernacchini il prosieguo di una storia da “grandi firme” iniziata con il padre Arnaldo, che al 4 Regioni negli anni ottanta vi ha corso in diverse occasioni. E’ arrivato un successo significativo, di forza e di cuore che ha confermato la coppia equipaggio di spessore, pronto ad affrontare con la giusta carica la restante parte del Campionato Italiano Rally Asfalto, a partire da Roma a fine mese.

Tornando alla stagione 2021 del FIA European Rally Championship, per Movisport, è un impegno anche con Umberto Scandola, in coppia con Guido D’Amore con la Hyundai i20, terza gara di fila per loro. Purtroppo non è andata bene,

dopo i primi punti conquistati nel Rally Poland per l’equipaggio di Hyundai Rally Team Italia è arrivata una battuta d’arresto nella seconda tappa della gara in Lettonia. Un errore di valutazione in una veloce curva destra ha comportato l’uscita di strada, danneggiando irreparabilmente la i20 R5 gommata Pirelli. Per l’equipaggio fortunatamente solo qualche botta ma anche l’amarezza per non aver potuto portare al termine una gara molto tecnica e veloce che avrebbe sicuramente aumentato la loro esperienza in questo contesto altamente competitivo.

La cinquina di iscritti sarà al via al Rally Casentino, giro di boa dell’IRCup, a Bibbiena (Arezzo) ha prodotto anche in questo caso ampie soddisfazioni sia nell’assoluta, con due equipaggi nei primi cinque e con anche duie vittorie di classe ottenute in modo perentorio. Michelini-Perna (Volkswagen Polo R5), tornati nella serie IRCup dopo significative esperienze “tricolori” hanno messo la firma su un esaltante terzo posto assoluto, limitati da una “toccata” in avvio di gara e da una successiva foratura, senza le quali potevano aspirare certamente più in alto. Tra le “stelle” Movisport Tosi-Del Barba (Skoda Fabia R5) hanno finito quinti assoluti una gara che doveva essere quella del riscatto dopo la sfortuna al “Taro” di fine maggio e di inversione tendenza negativa, visto che nella gara retina avevano sino collezionato tre amari ritiri.

Per Vellani-Maletti (Skoda Fabia R5) una sedicesima posizione finale, mentre Luca Della Rosa – Fiorenzo Pancaldi su Renault Clio  Williams hanno sbaragliato la concorrenza con una gara sempre al comando, vincendo con oltre un minuto la classe A7 e stesso leit-motiv è stato per e Giuliano Giovani – Giuseppe Aldini su una Peugeot 106 rally in classe N2, dominata dall’inizio alla fine.

Al “4 Regioni”, oltre alla vittoria di Scattolon, Movisport ha registrato il notevole ottavo posto finale di Ronny Di Stefano con al fianco Gloria Santini su una Skoda Fabia R5. Fermo da due anni ed al debutto su una trazione integrale, Di Stefano, di origini pescaresi, è stato dunque tra i protagonisti di prima scena della gara pavese, confermando il buono fatto vedere nel recente passato con le trazioni anteriori.