Giacomo Scattolon sempre al comando del Rally della Lanterna

Lotta per il podio con Baccega, Bertani e Guastavino

Il 37° Rally della Lanterna – 5° Rally Val d’Aveto è partito all’insegna del vincitore 2020 Giacomo Scattolon, che con la Volkswagen Polo R5 comanda la classifica dopo le prime quattro prove speciali, due delle quali disputate nella serata di sabato 19 giugno. Dopo il primo passaggio sulla PS Monte Penna il pilota pavese comanda con 4”6 di vantaggio sull’altra VW Polo di Baccega, mentre la prima Skoda Fabia è quella di Bertani, terzo a 13”2. Guastavino, primo dei liguri, è quarto a 18”6 e vede la possibilità di lottare per il podio. La sfortuna colpisce subito uno dei protagonisti, il parmense Federici, ritirato a causa di un principio di incendio sulla sua Skoda in seguito ad una toccata.
Un cielo coperto ma apparentemente senza il rischio di precipitazioni ha accompagnato il primo giro sulle prove della domenica; tutti i team stanno seguendo con attenzione l’evoluzione del meteo, che però non sembra destare preoccupazioni.

PS1 Monte di Mezzo: Scattolon parte da dove era rimasto nel 2020, cioè dalla testa della classifica. Il pavese si aggiudica la prima prova in 3’08”5 con due decimi su Federici e nove su Baccega, mentre Bertani è quarto a 1”9. Guastavino insegue in quinta posizione a 2”6 ed  è il primo dei liguri, poi troviamo le Skoda Fabia di Tortone, Spataro, Brocchi, Raffo e Biggi.

PS1 Monte di Mezzo: E’ ancora Scattolon il migliore, con un tempo fotocopia del passaggio precedente ma più alto di un solo decimo. Baccega è secondo a 0”7 e completa una doppietta di VW Polo, con la Skoda di Fecerici al terzo posto a 1”2. Guastavino è quarto a 1”5, davanti a Bertani e Raffo. La generale dopo le prime due prove serali vede Scattolon comandare con 1”4 su Federici e 1”6 su Baccega; la gara è appena partita e quello che si è visto nelle prime battute è solo una piccola anticipazione dell’impegno che attende gli equipaggi la domenica, quando la prova speciale del Monte Penna farà sicuramente una selezione importante.

PS3 Pievetta: Anche la prova a due passi dall’uscita del parco assistenza è appannaggio di Scattolon, che in 2’38”8 completa i 4,1 km di discesa del primo impegno domenicale. 1”6 di ritardo per Baccega, seguito da Bertani a 3”7 e da Federici a 4”3. Spataro è quinto a 6”1, un decimo meglio di Guastavino, sesto. Testacoda per Raffo, che perde molti secondi.

PS4 Monte Penna: E’ ancora Scattolon il migliore, con il tempo di 9’41”, ma Baccega non molla la presa ed accusa solo 1”4 di ritardo, mentre Bertani è terzo a 4”4. Poco più indietro Guastavino, quarto a 8”3, mentre Spataro, quinto, è staccato di 12”2. Federici si ritira per un principio di incendio sulla sua Skoda dopo una toccata e la gara perde un protagonista.

PS5 Pievetta: Prosegue il monologo di Scattolon, che fa sua anche la quinta prova in 2’37”4 davanti a Baccega a 2”6 ed a Spataro a 4”3. Bertani insegue in quarta posizione a 4”8, stesso tempo di Guastavino.

PS6 Monte Penna: La rimozione di alcune auto incidentate sul passaggio precedente causa un ritardo di circa trenta minuti, che viene in parte recuperato al riordino successivo. E’ ancora Scattolon il migliore in 9’37”, con Baccega sempre secondo a 3”4 e Spataro nuovamente terzo a 11”1. Buon quarto tempo per Raffo a 13”9, seguito da Brocchi a 22”2. Guastavino finisce in testacoda e perde quasi un minuto, perdendo così ogni speranza di salire sul podio.

PS7 Pievetta: Scattolon non molla e chiude davanti a Baccega e Spataro, tornato sui sui ritmi dopo un inizio difficoltoso.

PS8 Monte Penna: Classifica fotocopia della prova precedente, con Scattolon che fa otto su otto. Spataro supera in extremis Bertani e sale sul podio.